5 trucchi per salvare i dati sul tuo smartphone

Consumo di dati

Una delle maggiori preoccupazioni che molte persone hanno quotidianamente è non consumano o sprecano totalmente la velocità di trasmissione dati che hanno contratto. "Lucidare" i dati prima della fine del mese o del ciclo di fatturazione significa passare del tempo senza poter navigare e in molte occasioni senza poter comunicare con amici o colleghi. La maggior parte delle aziende di telefonia mobile, una volta raggiunto il limite di dati della velocità, riduce la velocità di download, che in molti casi rende impossibile aprire una pagina web o inviare una foto tramite WhatsApp.

Per non raggiungere il limite della nostra velocità di trasmissione dati e per non dover bere un brutto drink per qualche giorno, oggi vi diremo 5 trucchi interessanti per salvare i dati sul tuo smartphone. Se sei uno di quelli che consumano velocemente i tuoi dati, senza nemmeno accorgertene, questo ti interessa indubbiamente quindi fai molta attenzione e soprattutto metti in pratica tutti i consigli che ti daremo il prima possibile.

Se sei uno di quelli che non spende mese dopo mese il tuo data rate, fai attenzione anche perché non basta essere cauti e imparare a salvare i dati perché prima o poi gli operatori ci faranno selezionare il numero di gigabyte o megabyte che noi vuoi noleggiare per ogni mese dell'anno e se sei un risparmiatore o risparmi sull'uso dei dati, la tua bolletta telefonica potrebbe essere molto più economica.

Tieni d'occhio WhatsApp

WhatsApp

WhatsApp fa parte della vita quotidiana della maggior parte delle persone ed è uno dei motivi principali per cui la nostra velocità di trasmissione dati si esaurisce così rapidamente. Attraverso l'applicazione di messaggistica istantanea non inviamo solo messaggi di testo, ma inviamo anche foto, video o addirittura chiamate. Tutto ciò consuma dati, molti dati, il che fa sì che la nostra velocità si riduca drasticamente ea grande velocità.

Uno dei modi più semplici per salvare i dati sulla tua tariffa è limitare l'uso di questa applicazione, ad esempio impedire che foto o video vengano scaricati automaticamente a meno che non siamo connessi a una rete WiFi.

Per fare questo devi solo seguire questi passaggi, nel caso tu abbia un dispositivo Android;

  • Accedi all'applicazione WhatsApp che avrai nel cassetto delle applicazioni
  • Clicca sull'icona dei tre puntini che vedrai nella parte in alto a destra dello schermo. Una volta premuto, seleziona l'opzione "Impostazioni"
  • Ora vai su "Impostazioni chat"
  • Ora devi entrare nella sezione "Download automatico di multimedia" e, nell'opzione "Connesso a dati mobili", dobbiamo contrassegnare "Nessun file". Con questo, i file che ricevi sul tuo dispositivo non verranno più scaricati automaticamente

Nel caso in cui abbiamo un iPhone, i passaggi da seguire sono i seguenti;

  • Accedi all'applicazione WhatsApp
  • Ora devi accedere al menu "Impostazioni" che si trova nella parte in basso a destra della schermata principale
  • Ora fai clic sull'opzione "Impostazioni chat" e accedi alla sezione "Download automatico multimediale"
  • Una volta lì dovresti prestare attenzione a lasciare selezionata l'opzione "WiFi" in modo che i file non vengano scaricati automaticamente sul tuo dispositivo quando li ricevi

Un altro modo per evitare di sprecare dati è optare per l'utilizzo di un'altra delle tante applicazioni di messaggistica istantanea presenti sul mercato, sebbene la maggior parte di esse, a meno che non si ponga dei limiti, consuma una grande quantità di dati.

Disattiva l'utilizzo dei dati in alcune app

Tutti o quasi tutti noi abbiamo una serie di applicazioni che di solito non utilizziamo, tranne che nel disperato bisogno, quando non siamo connessi a una rete WiFi. Tuttavia, molte volte li usiamo per errore, consumando nella maggior parte dei casi una quantità significativa di dati dalla nostra frequenza.

Ad es Spotify, Instagram o YouTube sono alcune di quelle applicazioni che non utilizziamo quando siamo connessi a una rete 3G o 4G. Per evitare quelle connessioni inopportune, una delle migliori soluzioni è disabilitare quelle applicazioni quando non siamo connessi a una rete WiFi. Per fare ciò, devi solo seguire i seguenti passaggi sul tuo dispositivo mobile o tablet.

Nel caso in cui tu abbia un dispositivo con sistema operativo Android;

  • Accedi al menu Impostazioni
  • Ora vai alla sezione "Gestione del traffico dati" (o "Utilizzo della rete")
  • Ora devi cercare l'opzione che ti permette di configurare la connessione automatica delle applicazioni alla rete delle reti. Di solito si tratta di "Applicazioni di rete", anche se dipenderà in gran parte dalla versione di Android che stiamo utilizzando. Inoltre, a seconda del livello di personalizzazione di ciascun produttore, questa opzione potrebbe non essere disponibile con nostro sgomento
  • Infine, dovremo solo disattivare l'opzione "Dati mobili" nelle applicazioni che non vogliamo connettere utilizzando la nostra velocità dati

Nel caso in cui possiedi un iPhone o un iPad devi seguire i seguenti passaggi;

  • Accedi al menu Impostazioni
  • Ora devi entrare nella sezione "Dati mobili"
  • Scendendo nella schermata dovresti cercare l'opzione "Usa dati mobili per;" e lì possiamo disattivare le applicazioni che non vogliamo spendere i dati della nostra tariffa mobile

Consumo di dati dell'applicazione

Semplice, vero? Perché questa azione eseguita da pochissimi utenti consente di risparmiare un'enorme quantità di dati ogni mese, quindi non perdere altro tempo e fallo subito.

Impostati avvisi di consumo eccessivo

Un modo per sapere quanti dati abbiamo utilizzato in ogni momento e quali sono a nostra disposizione è impostare avvisi di consumo. Questa opzione è disponibile su dispositivi Android e iOS, quindi non hai scuse per non farlo.

Questa opzione è estremamente utile perché se, ad esempio, impostiamo un avviso di consumo quando consumiamo 2 GB della nostra tariffa, a seconda del giorno del mese in cui riceviamo l'avviso, possiamo adottare misure più o meno drastiche per monitorare i dati consumo della nostra tariffa mobile.

Per impostare un avviso di consumo su un dispositivo Android è necessario seguire i seguenti passaggi;

  • Accedi al menu Impostazioni
  • Ora fai clic sulla sezione "Utilizzo dati"
  • Se il nostro dispositivo è compatibile con questa funzione (la maggior parte con una versione di Android non troppo vecchia lo sono), la attiviamo e ci verrà mostrato un grafico in cui possiamo stabilire un limite per il consumo mensile di dati

Consumo di dati

Se questa opzione non ti convince troppo o non è disponibile sul tuo dispositivo, puoi sempre ricorrere ad applicazioni di terze parti come My Data Manager che ti permettono di impostare avvisi di consumo dati abbastanza facilmente. Fortunatamente o sfortunatamente, se hai un iPhone o un iPad, dovrai ricorrere ad applicazioni per farlo poiché non è disponibile nativamente su iOS.

Scarica le mappe che usi di più su Google Maps

Google

Una delle applicazioni che consuma più dati dal nostro dispositivo mobile è senza dubbio Google MapsOvviamente lo usiamo sempre come GPS per cercare di arrivare da qualche parte con successo. Un modo per risparmiare questo consumo di dati è scaricare le mappe di cui avremo bisogno quando saremo connessi a una rete WiFi.

Con questo evitiamo che sia connesso continuamente quando andiamo in macchina consumando i dati della nostra tariffa mobile.

Qualsiasi utente può scaricare mappe in Google Maps per accedervi senza connessione alla rete di reti, il che è davvero utile in molti casi.

Limita il consumo del tuo browser web

Per chiudere questa serie di suggerimenti non possiamo smettere di dirtelo dovresti limitare il consumo di dati del tuo browser web, che se usi Google Chrome, è qualcosa di veramente semplice e anche utile. Come tutti sappiamo, questo è il browser installato nativamente su Android, ma è disponibile anche su iOS, dove ovviamente puoi risparmiare anche sull'utilizzo dei dati della tua tariffa mobile.

Per poter utilizzare questa funzione di Google Chrome, è sufficiente seguire i seguenti passaggi;

  • Apri il browser web Google Chrome sul tuo dispositivo mobile
  • Adesso dobbiamo accedere all'opzione "Impostazioni" (la troverai nascosta sotto l'icona dei tre puntini che trovi nella parte in alto a destra dell'applicazione)
  • Quindi dobbiamo fare clic sull'opzione "Salva dati". Nel caso di iPhone o iPad, dobbiamo prima accedere all'opzione "Larghezza di banda"
  • Infine attiviamo l'opzione e vedremo che viene mostrato un grafico in cui con il passare dei giorni potremo vedere i megabyte che abbiamo risparmiato

Se utilizzi Google Chrome come browser, non smettere di attivare questa opzione poiché non porrà alcun problema e non noterai assolutamente nulla durante la navigazione nella rete delle reti, anche se con il passare dei giorni noterai dei risparmi nella consumo dei mega.

Pronto a salvare i dati sulla tua tariffa mobile con questi semplici ma utili consigli che ti abbiamo dato?.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.