Android Wear cambierà il suo nome in Wear OS

elenco completo degli smartwatch Android 8.0 aggiornabili

Attualmente, gli smartwatch disponibili sul mercato sono gestiti da versioni meno potenti del sistema operativo Società diverse. Da un lato troviamo watchOS di Apple, Tizen di Samsung e Android Wear di Android. Inoltre, Android ha anche altri sistemi operativi basati su Android per gestire sia i televisori che i centri multimediali del veicolo.

Dopo il successo della piattaforma Android Wear, molti sono stati i produttori che Hanno smesso di scommettere sul mercato dei dispositivi indossabili, anche per colpa di Google, dal momento che sembra aver messo da parte la sua piattaforma per i wearable, ritardando notevolmente il lancio di nuovi aggiornamenti, cosa che sembra stia per cambiare.

Uno dei motivi principali per cui Google sembra non pagare interessi sulla sua piattaforma potrebbe essere motivato dal scarse vendite di terminali basati su Android Wear, la cui causa potrebbe essere dovuta, a sua volta, al nome della piattaforma, che molti utenti Android potrebbero ritenere non compatibile con l'iPhone, sebbene tramite l'applicazione Android Wear sia possibile utilizzare uno smartwatch gestito da Android Wear su un iPhone, sebbene con una serie di limitazioni che non troviamo nel caso dell'Apple Watch.

Visto quello che si vede, è probabile che sia così Google non vuole lasciare la piattaforma abbandonatae pianifica una serie di modifiche che potrebbero arrivare presto. La prima interessa il nome, nome che passerà dall'essere chiamato Android Wear a Wear OS, dimenticandosi completamente della parola Android, movimento che sembra volto a "chiarire" che questo sistema operativo è perfettamente compatibile con iOS, con la sua corrispondente applicazione , un'applicazione che logicamente cambierebbe anche il suo nome adottando questo nuovo nome.

Android Pay

Sembra che l'azienda con sede a Mountain View voglia ridurre il nome delle denominazioni in modo che sia molto più chiaro per gli utenti. Un altro esempio di nuovi nomi si può trovare nella piattaforma di pagamento, che in pochi mesi è stata ribattezzata Google Pay invece di Android Pay. Google Pay offre una garanzia molto maggiore e meno generica di quella che può offrire Android Pay, in questo modo la società dei motori di ricerca vuole che la sua piattaforma di pagamento continui a crescere e ad un certo punto superi sia Apple Pay che Samsung Pay, piattaforme leader in tutto il mondo se parliamo di pagamenti elettronici tramite smartphone.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.