Apple chiude il sito Blocco attivazione. È difficile vedere se un iPhone viene rubato

 

Senza dubbio siamo di fronte a una di quelle notizie che non comprendiamo appieno quando si verifica, ma che siamo sicuri sia qualcosa di specifico e avremo presto una risposta da parte dell'azienda della mela morsicata, poiché si trattava di un opzione per tutti quelli che volevano controlla tramite l'IMEI del dispositivo se il dispositivo è bloccato da iCloud o meno. Il Blocco attivazione non può più essere utilizzato per sapere se un iPhone, iPad o iPod è ancora collegato a un account iCloud, quindi quando dovremo acquistare uno di questi iDevice di seconda mano sarà più difficile scoprire se è stato rubato tramite il IMEI.

Ovviamente abbiamo ancora delle opzioni a disposizione per verificare se si tratta o meno di un iPhone rubato e bloccato da iCloud, ma la facilità con cui potrebbe essere fatto su questo sito rimane marginale fino a nuovo avviso. In questo caso, MacRumors spiega che Apple ha eliminato tutti i riferimenti a questo sito nelle sue pagine di supporto e ci fa strano capire il motivo oi motivi per cui è stato compiuto questo passaggio.

Questa sezione web Activation Lock era disponibile dallo scorso anno 2014 ed era qualcosa che Apple offriva agli utenti in modo "gratuito" per vedere i possibili blocchi di iCloud utilizzando il MEI o il numero di serie del dispositivo, ma ora tutto rimane un po 'più complicato e sarebbe Sarà interessante conoscere i dettagli o le ragioni che hanno portato Apple a chiudere questa sezione. Nel caso in cui dovessero comparire notizie in merito, le condivideremo.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.