Gli scienziati cinesi creano vermi in grado di generare seta di ragno super forte

seta

Siamo nel weekend e, prima di iniziarne uno nuovo, vorrei che ci fermassimo un attimo per capire dove sta girando il mondo della genetica. In questo caso nello specifico, voglio parlarvi di un progetto cinese in cui, grazie al alterazione genetica del vermeSì, possono iniziare a fare la seta di ragno.

Per capire un po 'il significato di questo progetto e perché si stanno investendo grandi quantità di risorse umane ed economiche nel suo sviluppo, vi dico che oggi le proprietà del sedile a ragno rendono questo materiale qualcosa di incredibile, soprattutto le sue proprietà che lo rendono resistente alla trazione e alla duttilità.

genetica

Grazie a questo progetto, un baco da seta può produrre seta di ragno

Per avere un'idea molto semplice del motivo per cui questi ricercatori cinesi sono stati interessati a questo tipo di materiale, ti dico che a un livello equo, se compriamo la seta di ragno con un altro materiale, ad esempio, troveremmo che questo è più forte dell'acciaio, allo stesso tempo che può essere flessibile e leggero il che significa che potrebbe essere potenzialmente utilizzato per un numero enorme di applicazioni.

Il problema che abbiamo oggi quando usiamo la seta di ragno non è altro che il fatto che è tremendamente difficile da raccogliere allo stesso tempo che richiede necessariamente un metodo molto laborioso. Per questo motivo e per aumentare il più possibile la sua produzione, sono stati effettuati test con diversi animali dove troviamo da scommesse logiche come i vermi del quartier generale o giù di lì 'raro'come arrivare a modificare geneticamente le capre.

baco da seta

Le capre sono state geneticamente modificate per produrre seta di ragno

Prima di proseguire, poiché sicuramente la questione delle capre ti avrà lasciato, come me all'epoca, un po 'perplesso, a dirti che era solo una possibile soluzione e in fondo l'idea consisteva in una modificazione genetica in modo che gli animali fossero in grado di produrre proteine ​​ragno-ospite nel loro latte. Non sorprende che questo fosse un modo un po 'indiretto per chiamarlo che i ricercatori alla fine hanno optato per l'utilizzo di un animale che ha prodotto il proprio quartier generale, come è comunemente noto come il baco da seta.

Come tutti sappiamo, una delle peculiarità del baco da seta è che per passare dal bruco alla falena, queste vengono avvolte da una serie di fibre che esse stesse producono. Queste sono le fibre che sono state modificate grazie a una serie di cambiamenti genetici nei vermi. Letteralmente quello che hanno fatto i ricercatori è stato aggiungere il DNA dei ragni d'oro al DNA del baco da seta. I risultati sono stati immediati e si è ottenuto che il contenuto di seta di ragno nelle fibre generate dall'animale fosse a 35.2% .

genetica

C'è ancora molta strada da fare prima che sia fattibile commercializzare la seta di ragno

Ora questi sviluppi non significa che siamo finalmente a un passo dalla creazione di seta di ragno commercialmente interessante poiché le quantità necessarie a questo sono ancora lontane e le necessità, in termini di costi economici, per garantire una produzione stabile sono ancora molto elevate. Per questo motivo, questo gruppo di ricercatori sta testando anche altri modi come l'aggiunta di DNA da ragni tessitori d'oro nell'erba medica e persino in E. coli, purtroppo nessuno di loro è stato in grado di dimostrare di essere una soluzione con cui aumentare la produzione di seta di ragno.

Come è stato annunciato, a quanto pare l'idea di questo gruppo di ricercatori è quella di migliorare la tecnica con cui il baco da seta produce questa serie di fibre così speciali poiché, tra gli altri vantaggi, questa metodologia rende la seta pronto per essere utilizzato appena filato dall'insetto, ovvero non deve essere estratto o elaborato in alcun modo. D'altra parte, un ulteriore affinamento e sperimentazione su questa tecnica può consentirle di adattarsi a nuove forme non ancora scoperte.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.