Il gruppo di hacker ha indagato per aver rubato diversi milioni di dollari da Electronic Arts

Electronic Arts

A quanto pare e secondo i rapporti, a partire da oggi l'FBI avrebbe indagato Sviluppi RANE, un gruppo abbastanza famoso di hacker che apparentemente sarebbe stato l'autore di una truffa con la quale sarebbero riusciti rubare diversi milioni di dollari da Electronic Arts attraverso il famoso gioco del calcio FIFA. Il team di hacker sarebbe composto da quattro membri che saranno presto processati in Texas (Stati Uniti) per cospirazione finalizzata a commettere frodi elettroniche.

Come detto in Kotaku, la strategia che questo gruppo di hacker avrebbe adottato per raggiungere i propri scopi, era quella di realizzare un file attaccare direttamente sui server di Electronic Arts per ottenere denaro virtuale dalla famosa simulazione di calcio. Una volta ottenuto questo denaro virtuale, lo hanno venduto a commercianti del mercato nero in Europa e Cina. Tale è l'entità del furto che, secondo stime dell'FBI, il gruppo di hacker avrebbe potuto rubare tra 15 e 18 milioni di dollari.

Un gruppo di hacker avrebbe potuto rubare tra i 15 ei 18 milioni di dollari da Electronic Art attraverso la FIFA.

Se non sei un giocatore FIFA, ti dico che queste monete vengono utilizzate nel gioco per acquistare pacchetti giocatore, consentendo agli utenti di aggiornare il personale dei loro team. Questo denaro virtuale può essere ottenuto in due modi diversi all'interno del gioco, giocando e spendendo soldi veri nella sezione shopping presente nel videogioco. Come puoi immaginare, ciò causa un grande divario di livello tra i team di persone che investono denaro e quelli che non lo fanno.

Il lavoro di questi hacker è fondamentalmente quello di creare un file strumento in grado di inviare falsi segnali ai server di Electronic Arts Con cui sono state generate monete FIFA ad alta velocità senza la necessità di passare ore ai comandi della console. Queste monete sono state successivamente vendute a terzi. Questa attività è iniziata nel 2013 e ha continuato fino a settembre 2015, momento in cui l'FBI è intervenuto nel gruppo di hacker, sequestrando diverse auto di lusso e quasi $ 3 milioni.

Per maggiori informazioni: Kotaku


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.