Intervistiamo Fabián Gumucio, capo della Rakuten Kobo in Spagna

I libri elettronici sono una parte sempre più importante della nostra vita quotidiana, nonostante il fatto che in Spagna la quota di mercato di questo tipo di libri sia di circa il 5%, è del tutto vero che in altri mercati come il Nord America e il Regno Unito il libro elettronico è una parte molto importante del mercato. Abbiamo avuto il piacere di intervistare Fabián Gumucio, il capo di Rakuten Kobo in Europa che era nel nostro paese nell'ambito delle attività della Coppa Davis by Rakuten organizzato in questi giorni. Il discorso che abbiamo avuto con Fabián si è arricchito, questa è stata la nostra intervista, non perdetela.

Siamo nella Lounge della Caja Mágica, l'emblematico campo da tennis di Madrid che ha una tecnologia del tetto retrattile unica al mondo. Qui è dove Fabián ha ritenuto opportuno invitarci a goderci un discorso rilassato sul presente e sul futuro dei libri elettronici, soprattutto come Rakuten Kobo affronterà le nuove sfide del mercato e come intende consolidare la sua base di utenti.

P- Partiamo da una domanda quasi obbligata: Stai pensando di lavorare su un'interfaccia per i tuoi eBook che abbia qualcosa a che fare con Android?

R- Sì e no. L'interfaccia che abbiamo è basata sulla tecnologia Android. Se la domanda è se intendiamo integrare un'interfaccia Android più simile a quella dei tablet, la risposta è no. 

D- Qualche funzionalità oltre a quelle presenti in questo momento? Questi sono chiaramente focalizzati sul consumo di contenuti, in particolare libri.

R- La nostra vita è leggere tutto ciò che vogliamo è fornire ai nostri utenti un'esperienza di lettura ottimale e di sola lettura. Questi dispositivi sono fatti per la lettura, ora stiamo iniziando con la capacità di ascoltare, e Per questo stiamo sfruttando la nostra applicazione, disponibile sia su iOS che su Android.

P- Tenendo conto della tua priorità sulla lettura, e alla luce dell'attuale binomio Amazon Kindle - Rakuten Kobo presente sui mercati ... come valuta Kobo Rakuten il recente ingresso di Xiaomi nel mercato dei libri elettronici tenendo conto dei suoi prezzi e prodotti?

R- Di solito non commentiamo prodotti concorrenti, ti dirò solo che non ci interessa.

Se la domanda è se intendiamo integrare un'interfaccia Android più simile a quella dei tablet, la risposta è no. 

P- Di fronte alla concorrenza, è vero che ci sono paesi come il Regno Unito e gli Stati Uniti d'America in cui la cultura dei libri elettronici è molto più radicata che in Spagna. Infatti, in questi paesi il 30% dei libri venduti è in formato elettronico, mentre in Spagna questa cifra è solo del 5% ... Kobo mano nella mano con Rakuten fa qualche mossa che attira il pubblico spagnolo così riluttante a questa tecnologia?

R- Non crediamo che sia un problema per il pubblico spagnolo. Piuttosto, il problema è che paesi come gli Stati Uniti e il Regno Unito hanno avuto l'opportunità di testare il libro in formato elettronico a prezzi davvero bassi. Questo non è il caso in Europa a causa della legislazione comunitaria sui prezzi fissi. Negli Stati Uniti troviamo una grande differenza tra il prezzo dei libri elettronici e quelli fisici. La somiglianza tra il prezzo dell'ebook e del libro cartaceo in Europa rende il pubblico più riluttante a provare questo nuovo formato. Ecco perché è molto importante che le persone provino l'e-book. Un esempio è che, secondo la nostra analisi, l'80% degli utenti Kobo per la prima volta è soddisfatto dell'acquisto e valuta positivamente il cambiamento.

Ciò non significa che i nostri utenti abbandonino il formato cartaceo, anzi non vogliamo che ciò accada. Infatti, Il 70% dei nostri clienti continua a consumare libri di carta, questo incoraggia il consumo di libri in generale.

P- Quindi, il libro elettronico incoraggia il consumo di libri in generale, sia in formato cartaceo che elettronico.

R- Sì, le persone che passano al digitale acquistano libri elettronici, ma curiosamente acquistano più libri cartacei rispetto a prima di provare il formato elettronico. Ecco di cosa si tratta, quello che vogliamo è che le persone leggano di più.

P- E cambiando il terzo, non è curioso che l'utente richieda sempre più ebook più grandi? Sta accadendo come con le dimensioni di smartphone e tablet. Vengono adottati formati che non assomigliano più a un libro, superiori a sei pollici.

R- Questo è vero, infatti quello che non so è perché inizialmente sono stati prodotti solo sei pollici. Sembra avere più a che fare con: la somiglianza con il libro in brossura e il fatto che esiste un solo fornitore di display e-ink. Abbiamo iniziato a realizzare schermi più grandi perché i clienti lo richiedevano, siamo passati a 6,8 "con Aura HD ed è stato un tale successo che continuiamo a lavorarci. Poi abbiamo lanciato l'Aura One a 7,8 ″, ma lLa gente continuava a chiedere di più, volevano uno schermo più grande perché non volevano girare così tante pagine, è allora che abbiamo tirato fuori un modello da 8 ″ che include pulsanti, così puoi leggere con una mano più facilmente. La cosa buona è che siamo riusciti a realizzare uno schermo molto grande mantenendo un prezzo inferiore ai 200 grammi.

Ecco di cosa si tratta, quello che vogliamo è che le persone leggano di più.

P- Si parla sempre di più che il libro elettronico potrebbe entrare ad esempio nel settore educativo, un esempio è Sony e il suo notebook sopra gli 11 pollici, Rakuten Kobo ha in mente qualcosa del genere?

R- Abbiamo sempre un occhio sulla concorrenza, non solo, ma i nostri stessi utenti spesso ci chiedono di poter annotare con elementi come lo stilo. Sia il settore dell'istruzione che i consumatori stessi sono sempre un punto di riferimento per noi, tuttavia, questo tipo di prodotto è ancora troppo costoso a causa dell'implementazione di questa tecnologia, e nonostante questo tipo di prodotto sia stato nelle menti di Rakuten Kobo, non l'abbiamo ancora trovato abbastanza attraente che gli utenti possano avviare.

P- Una delle sue ultime e migliori uscite è il Kobo Bilancia, Ti sei posizionato bene nelle statistiche di vendita di Rakuten Kobo?

R- Il pubblico ha risposto molto bene al Kobo Libra, ci ha permesso di aumentare il prezzo medio del dispositivo e ha ricevuto anche un buon consenso da parte del pubblico. Inoltre, l'aver rilasciato anche un modello bianco ha aiutato molto, ha avuto il suo successo e sta vendendo molto meglio del previsto.

P- E infine, non posso lasciar andare la domanda sull'importante rivalità tra Amazon Kindle e Rakuten Kobo per quanto riguarda i diversi negozi, Kobo Rakuten ha qualche mossa per combattere la concorrenza?

R- In realtà è difficile parlarne, perché in realtà non ci sono dati. È indiscutibile che Amazon abbia una buona posizione. Se parliamo della Spagna non c'è dubbio che Amazon sia ancora il numero uno nei contenuti, ma questo cambia molto da paese a paese, ma l'importante è che la gente legga di nuovo. La nostra concorrenza non è Amazon, la nostra concorrenza è Netflix, DAZN, HBO ... stiamo lottando affinché le persone consumino contenuti sani e di qualità, l'ideale è che le persone leggano di più. Crediamo che la lettura sia un vantaggio per il mondo e vogliamo che le persone leggano. Ecco perché costruiamo un ecosistema e un'esperienza di lettura ottimale ovunque, qualunque cosa e anche su qualsiasi dispositivo, abbiamo la nostra applicazione ei nostri libri elettronici. Ti ricordo che Kobo è stato il primo a incorporare la luce nel 2012, a montare schermi più grandi nel 2014 e il primo a realizzare dispositivi impermeabili. Kobo punta sempre a migliorare l'esperienza dell'utente, un esempio sono gli audiolibri, che rendono il prodotto più accessibile a tutti.

Un'esperienza arricchente parlando con un esperto come Fabian Gumucio che ci fa capire qual è l'indirizzo dell'e-book.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.