Rilevano uno strano comportamento in un satellite russo in orbita

Satellite russo

Se sei un paese come gli Stati Uniti, è più che logico che non solo investi in ricerca e sviluppo di nuove tecnologie, ma investi anche in un'enorme quantità di attrezzature, sia umane che tecniche, con le quali monitorare possibili minacce di ogni tipo.

In questa occasione sembra che nel Paese nordamericano stiano diventando molto nervosi per il strana attività che presenta un misterioso satellite, di cui a quanto pare non sapevano nulla, origine russa che è in orbita attorno alla Terra. Tale è il timore che, di fronte a questo comportamento, ci siano già state alcune voci che dicono che potrebbe essere un'arma spaziale.

orbita

Gli Stati Uniti iniziano a preoccuparsi per il comportamento di un satellite di origine russa

Secondo un comunicato ufficiale diffuso dal Dipartimento di Stato, il problema sta proprio nel fatto che non sanno perché un satellite come questo sia in orbita e la cosa più preoccupante per loro è che oggi non hanno modo di sapere se veramente Si trovano di fronte a un satellite con qualche tipo di problema, un oggetto dedicato all'estrazione di determinati dati o letteralmente a un'arma che può causare loro molti danni.

Al momento, la verità è che tutto il personale che sta indagando su questo oggetto russo che orbita attorno alla Terra cerca di evitare di usare la parola arma nelle loro dichiarazioni sebbene né negano che possa essere a da quando, come ha commentato in una conferenza un assistente segretario del dipartimento di stato americano, oggi «non abbiamo modo di sapere cosa sia o come verificarlo«.

Questo satellite è in orbita da ottobre 2017

Entrando un po 'più nel dettaglio e tenendo conto delle poche informazioni che sono venute alla luce in merito a questo argomento, apparentemente siamo di fronte a un satellite che è stato messo in orbita dalla Russia nell'ottobre 2017 e il suo comportamento in orbita è anormale e quasi imprevedibile. La cosa più preoccupante è che questo comportamento non coincide con quello di nessun altro satellite in orbita, nemmeno russo.

Nelle parole di Yleem Poblete, assistente segretario del dipartimento di stato a cui abbiamo accennato prima:

Il suo comportamento in orbita non è coerente con tutto ciò che abbiamo visto nelle nostre ispezioni, comprese le analisi dei satelliti russi. Le intenzioni dei russi con questo satellite non sono chiare e preoccupanti.

satellite

La Russia nega apertamente che questo satellite sia un'arma

Da parte loro, i russi sembrano aver letteralmente rifiutato di entrare nel «gioco" degli Stati Uniti, o almeno questo è ciò che hanno dichiarato. Nello specifico, dovevano essere agenti ufficiali che hanno dovuto uscire pubblicamente per cercare di rassicurare, a modo loro, il governo degli Stati Uniti, sostenendo che sono solo «accuse infondate e diffamatorie basate semplicemente su sospetti«.

Da dove viene la paura degli Stati Uniti che questo dispositivo possa essere un'arma spaziale? Non è certo un segreto che la Russia, in passato, avesse già un programma in cui venivano sviluppate armi spaziali. Curiosamente, e nonostante questo non sia un segreto, la verità è che fino ad oggi non ci sono prove che questo tipo di programma sia ancora attivo, anche se d'altra parte, non sarebbe sorprendente se esistessero da allora, come Stati Uniti e altre potenze mondiali, questi progetti relativi alla tecnologia spaziale sono solitamente tenuti riservati a tutti i governi di tutti i paesi.

Con tutto questo sul tavolo, e forse molto che lasciamo sotto e che non capiamo, scopriamo che gli Stati Uniti sono molto preoccupati per ciò che un satellite può essere dotato di un qualche tipo di arma laser o microonde che forse sarebbe fare per non causare caos e distruzione in orbita o addirittura per attaccare la Terra, ma piuttosto per influenzare il funzionamento di altri satelliti e quindi farli disabilitare per poter partire «cieco»A un nemico a terra prima di possibili attacchi.

Per maggiori informazioni: Dipartimento di Stato degli Stati Uniti


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.