Samsung conferma che i problemi del Galaxy Note 7 erano dovuti alla batteria

Samsung Galaxy Note 7

Lo scorso anno il 2016 sarà ricordato da molti di noi per gli enormi problemi che ha subito il Galaxy Note 7, che ha preso fuoco inaspettatamente e in alcuni casi è persino esploso. Samsung è stata inizialmente costretta a ritirare il dispositivo dal mercato, per cercare di risolvere i problemi che indubbiamente aveva, inizialmente nella batteria.

Al suo ritorno sul mercato pochi giorni dopo i problemi persistevano, nonostante le modifiche apportate alla batteria. Ciò ha costretto l'azienda sudcoreana a ritirarlo dal mercato ea restituire l'importo addebitato a tutti gli utenti. Da allora Samsung ha cercato di trovare la radice del problema, che sembrava che non sarebbe stato nella batteria come inizialmente pensato, ma le conclusioni ufficiali portano ancora una volta verso la batteria.

Il poco spazio fisico all'interno del Galaxy Note 7 era la radice del problema

Galaxy Note 7

Samsung ha già completato la sua indagine ufficiale sui problemi che hanno posto fine alla vita sul mercato del Galaxy Note 7 e hanno concluso che la batteria è stata la colpevole delle esplosioni del terminale, principalmente a causa del fatto che non c'era abbastanza fisico spazio all'interno. La batteria in uno spazio così piccolo e insufficiente ha avuto molti problemi a funzionare a prestazioni normali, che hanno finito per innescare un incendio o un'esplosione.

In un primo momento, Samsung pensava che il problema fosse nelle batterie dei terminali, incolpando alcune delle sue controllate per la produzione delle batterie, ma non passò molto tempo prima che si rendesse conto che la batteria stessa non aveva problemi, ma più Bene, il poco spazio che c'era all'interno del Galaxy Note 7. Il problema era con le batterie, ma poteva perfettamente essere un altro componente che si è surriscaldato ed è finito per esplodere a causa del poco spazio da cui era circondato, ad esempio per dissipare il calore emesso.

La fretta non è buona e porta a enormi danni

Di tutti i problemi che sono sorti attorno al Galaxy Note 7 Si spera che Samsung abbia imparato che la fretta non è buona, ed è quello che Samsung ha cercato di anticipare nella presentazione del suo nuovo dispositivo mobile, il lancio di iPhone 7 Plus. Il risultato non è certo stato come previsto dal momento che il terminale Apple domina il mercato a suo piacimento, e l'azienda sudcoreana sta lavorando da tempo per trovare un'alternativa che convincerà ancora una volta i tanti utenti disincantati.

L'avventura frustrata del Galaxy Note 7 sul mercato, è servita a fare enormi danni a Samsung (da cui a quanto pare è già stato recuperato), ma anche all'azienda sudcoreana per monitorare da vicino i suoi nuovi terminali, si vocifera addirittura che The Il nuovo Galaxy S8 potrebbe ritardare il suo arrivo sul mercato per evitare problemi legati allo spazio interno o alla batteria.

Samsung

Non si conoscono cifre concrete dei danni arrecati a Samsung dal Galaxy Note 7, ma se si tiene conto che in un primo momento sono state ritirate tutte le unità vendute, che erano milioni, per sostituirle con nuove, e che a breve dopo che tutti i dispositivi sono stati ritirati dal mercato, il danno economico sarebbe sicuramente contabilizzato in miliardi di euro. Per fortuna Samsung è un gigante molto solido, che saprà digerire nel tempo tutti i danni causati dal membro fallito della famiglia Galaxy Note e ovviamente assumersi il danno finanziario.

Opinione liberamente

Nonostante i molti danni che il Galaxy Note 7 ha fatto a Samsung, credo sinceramente che la carta che hanno provato a giocare fosse quella corretta.. Andare avanti rispetto all'iPhone 7 Plus è stato fondamentale per avere successo sul mercato, sapendo anche di avere tra le mani quello che forse era il miglior smartphone della storia. La cosa non è andata come previsto, a causa del poco spazio fisico che c'era all'interno e della batteria, ma se quel piccolo problema non fosse apparso si parlerebbe del devastante trionfo del Galaxy Note 7 nel mercato in questo momento.

Ora speriamo che Samsung abbia imparato dai suoi errori, ma che continui con la sua ambizione e soprattutto sviluppando dispositivi mobili come il Galaxy Note 7, che a quasi tutti è piaciuto tanto e che purtroppo è finito in un cassetto di un magazzino del Azienda sudcoreana.

Cosa ne pensate delle conclusioni finali ottenute da Samsung riguardo ai problemi del Galaxy Note 7?. Diteci la vostra opinione nello spazio riservato ai commenti di questo post o tramite uno dei social network in cui siamo presenti e diteci se vi piacerebbe vedere di nuovo sul mercato un terminale simile al Galaxy Note 7, anche se sì , con un po 'più di spazio interno per evitare problemi.

 


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Un commento, lascia il tuo

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.

  1.   Rodo suddetto

    Se sono stati bruciati così tanti dispositivi, perché vedo solo la stessa foto?