Annunci di Facebook: alternativa alla pubblicità online, parte II

Nella prima parte della consegna di Facebook Ads, abbiamo discusso come creare campagne pubblicitarie su Facebook. La domanda immediata sarebbe perché vorremmo utilizzare Facebook Ads, come mezzo pubblicitario online, invece di, ad esempio, Google Adwords.

In realtà, gli annunci di Facebook presentano alcuni vantaggi agli inserzionisti, che sono quasi evidenti e altri poco visibili a prima vista. Come ci si può aspettare, ha anche qualche punto che svantaggi.

Vantaggi degli annunci di Facebook come mezzo pubblicitario online

  1. Targeting elevato degli annunci.

    Uno degli enormi svantaggi della pubblicità contestuale oggi è la relativa difficoltà di raggiungere il pubblico giusto con elevata precisione. Ad esempio, AdWords, che dispone di algoritmi avanzati per posizionare gli annunci, non può garantire all'inserzionista che il 100% dei suoi annunci raggiungerà le pagine giuste. Facebook Ads supera questo limite e consente di raggiungere il giusto pubblico, attraverso un Geo-Targeting avanzato e sulla base delle informazioni estese di profili e preferenze degli utenti del social network. Puoi essere così specifico nei tuoi criteri da limitare a poche decine o giocare con varie combinazioni per arrivare a poche migliaia. In ogni caso, la conversione degli obiettivi sarebbe molto più alta.

  2. Prezzo conveniente.

    Come in tutto il mercato del pubblicità contestuale pubblicità sociale, il mercato è quello regolamentato per collocare il miglior prezzo degli annunci. Dipende dalla domanda per le parole chiave, fondamentalmente. Fortunatamente, per il mercato spagnolo, è ancora molto economico presentare annunci agli utenti di Facebook.

  3. Generazione di pubblicità collaterale, a volte virale.

    Se il servizio pubblicizzato raggiunge i lettori giusti - il che è molto probabilmente attraverso la pubblicità "sociale" - è anche molto probabile che venga generata pubblicità gratuita, "passaparola" o "passaparola" in inglese. C'è anche una piccola possibilità che l'effetto diventi virale, portando a una massiccia esposizione del servizio o del prodotto. Questa probabilità, sebbene piccola, è comunque superiore rispetto al caso della pubblicità contestuale tradizionale.

  4. Integrazione della pubblicità nel contenuto.

    Facebook ha sicuramente investito milioni per garantire che la pubblicità non sia "offensiva" o "invadente" per i suoi utenti. Ciò avvantaggia l'inserzionista in molti modi. Per citarne uno, non succederà più che l'annuncio venga pubblicato in fondo alla pagina, come nel caso della pubblicità cartacea tradizionale. Un'altra è che - almeno per il momento - ha il vantaggio di non cadere nella "cecità dell'annuncio".

  5. Probabilità di ottenere rapporti più specifici.

    Soprattutto in Pay Per Click, mi viene in mente che potrebbe essere possibile presentare chi ha cliccato su quale annuncio e quando. Ciò potrebbe portare a ottenere uno sguardo completo sull'azione intrapresa dall'utente una volta raggiunto la pagina che pubblicizziamo. Oltre ai calcoli più accurati del ritorno sull'investimento pubblicitario e dell'efficacia delle campagne.

  6. Metti una faccia davanti all'annuncio.

    Gli annunci di Facebook sono accompagnati da un collegamento al profilo della persona che li crea. Questo ha l'effetto di rendere i nostri contatti e l'interazione creata con loro, rendere l'annuncio più pertinente. A molte persone piace conoscere di più le persone dietro l'attività pubblicizzata. Attraverso Facebook Ads, questo non solo è possibile, è anche desiderabile.

  7. Modifica dinamicamente le campagne.

    Creazione di nuovi annunci o modifica di quelli esistenti. È semplice ed è anche consigliato. Conoscendo i gusti e le preferenze degli utenti che hanno selezionato il servizio - dopo aver cliccato sull'annuncio - è possibile stabilire chiaramente quale segmento di mercato si sta raggiungendo, dove è meglio fare pubblicità e quali linee di prodotto necessitano di rinforzo.

  8. Facilità d'uso.

    Come abbiamo visto nel precedente articolo della serie, la creazione di annunci è davvero dinamica, intuitiva e semplice. Non sono necessarie conoscenze tecniche avanzate, solo un po 'di abilità nella scelta delle parole chiave giuste in modo che l'annuncio raggiunga gli utenti giusti.

Svantaggi degli annunci sociali (tramite annunci Facebook).

  1. Massa di utenti ridotta rispetto agli utenti dei motori di ricerca.

    Logicamente; Google, Yahoo e gli altri motori di ricerca hanno il vantaggio di centinaia di milioni di utenti che li utilizzano per trovare informazioni. Ancora.

  2. Le informazioni sul profilo potrebbero non essere affidabili al 100%.

    Ci sono molti utenti che deliberatamente - e per strani motivi - non inseriscono le informazioni del profilo o le alterano. Fortunatamente, non sono la maggioranza.

  3. Limitazione di determinati termini.

    Ad esempio, "facebook" è un termine che non può essere inserito né nel titolo né nel corpo dell'annuncio. Ci sono anche altri termini che sono stati limitati, per evitare complicazioni, sicuramente.

Sebbene sia ancora molto prematuro, è quasi certo che questo tipo di pubblicità guadagnerà spazio sul mercato. La possibilità di raggiungere il mercato - anche se più piccolo, anche più specifico - degli utenti dei social network in totale trasparenza, è molto allettante per lasciarsi sfuggire.

Nella prossima puntata della serie, pubblicheremo un piccolo foglio di calcolo che può aiutarci a creare e controllare il budget e la conversione della pubblicità sociale tramite Facebook.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.