Il BQ Aquaris X5 Plus sarà in vendita il 28 luglio

BQ Aquaris X5 Plus

Ieri abbiamo appreso maggiori dettagli sul nuovo terminal della società spagnola BQ, conosciuta come BQ Aquaris X5 Plus. Un terminal che non solo si distingue per il design, ma si distingue anche per essere il primo ad utilizzare il sistema europeo Galileo.

Il sistema Galileo è il Sistema globale europeo di navigazione satellitare che svolgerà le stesse funzioni del GPS ma sarà indipendente e creato dall'Unione Europea e dall'Agenzia Europea del GNSS (GSA).

D'ora in poi puoi prenotare il nuovo Aquaris X5 Plus, un terminale che Il modello più elementare può essere acquistato il 28 luglio a 279 euro. Questo terminale, pur avendo una versione base, non toglie nulla a nessun terminale di fascia media con Android poiché è accompagnato dal suo processore Qualcomm (lo Snapdragon 652) 2 Gb di ram e una batteria da 3.200 mAh. Il resto dell'hardware del terminale è uno schermo da 5 pollici con risoluzione FullHD, Quantum Color Plus e Dinorex; il sensore Sony IMX298 da 16 MP per la fotocamera posteriore che consentirà la registrazione 4K e NFC che sembra aderire ai dispositivi BQ.

Il BQ Aquaris X5 Plus sarà il primo smartphone ad avere GPS e Galileo

Il BQ Aquaris X5 Plus avrà GPS e GLONASS, sistemi che funzioneranno esclusivamente fino all'ultimo trimestre del 2016. A partire da questa data, il sistema Galileo sarà attivato e funzionerà insieme al resto delle tecnologie. La connettività 4G e lo slot dualsim continuano ad accompagnare questo modello, oltre a un design e colori sorprendenti. Ci saranno due versioni del BQ Aquaris X5 Plus che dipenderà dalla memoria ram e dalla memoria interna. La versione base (2 Gb / 16 Gb) costerà 279,90 euro e la versione premium (3 Gb / 32 Gb) costerà 319,90 euro.

La prima versione di questo smartphone ha fatto scalpore nel mercato spagnolo non solo per il design e il prezzo ma anche per le sue prestazioni, una prestazione molto buona che è stata accompagnata da CyanogenMod, rom che speriamo sia disponibile anche per questo modello, cosa che ancora non sappiamo con certezza. Anche così, vediamo come è stato superato uno dei problemi riscontrati dai suoi utenti, una piccola batteria, che speriamo dia al terminale una maggiore autonomia. In ogni caso fino al 28 luglio non saremo in grado di sapere esattamente come funziona di questo nuovo terminal spagnolo.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.