7 chiavi per capire la fine del roaming in Europa

Roaming in Europa

Dopo molti anni di controversia tra i paesi, gli operatori di telefonia mobile e il Commissione europea, è stato finalmente raggiunto un accordo per la fine del roaming in Europa. Alcuni operatori offrono già il roaming completamente gratuito, come Vodafone, ma fino ad ora lo hanno fatto per propria decisione e senza sapere molto bene quali regole attenersi.

Il regolamento relativo alla fine del roaming in Europa sembra ora più chiaro che mai e affinché tu come utente sappia cosa aspettarti, oggi te lo diremo in questo articolo 7 chiavi per capire la fine del roaming in Europa. Naturalmente, ricorda che la fine del roaming non avverrà ufficialmente fino al 15 giugno 2017, quindi fai attenzione ai tuoi viaggi e chiedi al tuo operatore prima di partire per un viaggio.

Cos'è il roaming?

il roaming

Roaming, o che cosa è lo stesso roaming è concetto utilizzato per denominare le chiamate inviate e ricevute su reti mobili al di fuori dell'area di servizio locale o dall'operatore di telefonia mobile che normalmente ci fornisce il servizio.

Fino ad ora queste telefonate, tra le quali potevamo includere anche l'invio di sms o la navigazione in rete, avevano un costo elevato, che con i provvedimenti presi dalla Commissione Europea scomparirà dal 15 giugno di questo stesso ano.

In che modo il roaming influisce su di me?

Come utente, l'eliminazione del roaming ti influenzerà quando farai un viaggio nei paesi dell'Unione Europea, e alcuni altri, potendo continuare a utilizzare la tua tariffa mobile come se fossi nel tuo paese di origine. Per farti un esempio, Se in Spagna hai una tariffa di 200 minuti e 2 GB, quando vai in viaggio a Londra o per lavorare a Milano, puoi continuare a spendere i minuti e GB contratti senza alcun problema o costo.

In quali paesi posso smettere di preoccuparmi del roaming

Di seguito vi mostriamo i paesi in cui il roaming scomparirà dal 15 giugno 2017;

Mappa di roaming

Al di fuori di questi paesi, continueranno ad essere applicate le tariffe di roaming dell'operatore di telefonia mobile in cui hai stipulato la tariffa e che dovresti assumere prima di partire, per evitare spiacevoli sorprese sulla tua prossima bolletta.

È anche importante tenere presente che alcuni operatori, come Vodafone, che ha un proprio piano di roaming ed è che per esempio lo hanno eliminato anche in tutti gli Stati Uniti.

Questi sono i prezzi annunciati dalla Commissione Europea

Sembra strano ma la Commissione Europea nella sua risoluzione finale ha annunciato i prezzi per il roaming in Europa, che come utente non ti influenzeranno poiché sono prezzi concordati tra tutte le parti per compensare l'uso di questo servizio quando ci troviamo in un paese diverso al nostro.

I prezzi massimi fissati sono 0,032 € al minuto per le chiamate, 0,01 € per i messaggi di testo e 7,7 € per GB, anche se quest'ultima scenderà progressivamente a 2,5 euro nel 2022.

Fai attenzione ai MB della tua tariffa

Uno dei grandi dubbi sul roaming gratuito che molti utenti hanno a che fare con i MB della nostra tariffa. Quando sei all'estero, puoi utilizzare la velocità dati che hai contratto nel tuo paese di origine fino al limite. Da quel momento in poi, la tua azienda inizierà a fatturarti i MB consumati a meno che tu non abbia i servizi di turno disabilitati per assumere più dati.

Posso utilizzare una tariffa francese o portoghese in Spagna?

Carta SIM

L'eliminazione del roaming nei paesi dell'Unione Europea ha sollevato diversi interrogativi interessanti. Uno di questi è se possiamo utilizzare tariffe, ad esempio francesi o portoghesi, in alcuni casi molto economiche, in Spagna. La risposta in un primo momento è sì secondo la risoluzione della Commissione europea, anche se nella sua stessa decisione ci pone ostacoli a questa possibilità.

Ed è che saranno gli operatori che potranno decidere se un utente sta abusando del roaming o cosa è lo stesso se, ad esempio, sta facendo uso continuo di una tariffa di un altro paese, nel proprio paese. Al momento non sono stati comunicati, da nessuna azienda, dove verrà fissato il tetto per il consumo in roaming e da quale momento sarà considerato abuso.

Nel caso in cui un operatore rilevi un abuso di roaming, deve notificare all'utente che può essere giustificato entro un periodo di 14 giorni. Se questo elevato consumo di roaming non fosse giustificato, gli operatori sarebbero liberi di iniziare a far pagare il servizio con costi aggiuntivi di 0.04 euro al minuto, 0.01 per SMS e 0.0085 per MB consumato.

Opinione liberamente

Siamo in giro da dieci anni con la questione dell'eliminazione del roaming, e ora che ha già una data per la sua scomparsa, Ci sono ancora molte domande da risolvere, soprattutto da parte degli operatori di telefonia mobile, che vedono come sta finendo un business che è stato per loro per molti anni.

Il 15 giugno 2017 usciremo sicuramente da molti di quei dubbi che ancora abbiamo e vedremo, soprattutto, quali decisioni prendono Movistar o Orange in merito al roaming (Vodafone ad esempio le ha già prese molto tempo fa, anche se dovremo vedere se rimane in essi o li modifica), poiché ad esempio penso che agli operatori sia stata data molta libertà nel decidere, ad esempio, quando questo servizio sarà abusato.

Quali dubbi hai quando si tratta di roaming in Europa?. Segnalacelo nello spazio riservato ai commenti di questo post o tramite uno qualsiasi dei social network in cui siamo presenti, e per quanto possibile cercheremo di risolverli o almeno di aiutarti a farlo supportandoti nel tuo operatore mobile.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.