Converti il ​​disco rigido interno in esterno

Converti il ​​disco rigido interno in esterno

Se il tuo vecchio PC è rimasto a lungo in un armadio ma hai acquistato un laptop e vuoi riottenere l'accesso ai dati che ci avevi immagazzinato, possiamo farlo in due modi: rimetterlo in funzione e armiamoci di pazienza poiché molto probabilmente è che uno dei motivi per abbandonarlo sarebbe la sua lentezza. Possiamo anche rimuovere il disco rigido e trasformarlo in un disco rigido esterno per accedere alle informazioni che abbiamo memorizzato o utilizzarle come supporto di archiviazione aggiuntivo.

Le vendite di computer continuano in caduta libera e gran parte della colpa è sui tablet, un piccolo dispositivo touch con cui possiamo svolgere praticamente le stesse funzioni che fino ad ora abbiamo svolto con il nostro computerRisparmiando le distanze, visto che ovviamente non possiamo utilizzare applicazioni che non hanno una versione adatta a questo tipo di dispositivi, come Photoshop, Final Cut, Premiere ... ma queste applicazioni sono utilizzate da un gruppo molto ristretto di utenti.

Ma nonostante i tablet siano diventati il ​​nostro pane quotidiano, continuerà sempre ad essere necessario un computer per archiviare le fotografie che scattiamo con il nostro dispositivo mobile, che si tratti di uno smartphone o di un tablet. L'opzione migliore per archiviare tutto questo tipo di contenuto che estraiamo dai dispositivi mobili sono solitamente i dischi rigidi esterni, poiché se il nostro computer è colpito da un virus o il disco rigido è danneggiato dall'uso continuo Possiamo perdere informazioni preziose che non saremo in grado di recuperare in alcun modo, a meno che non abbiamo un backup di tutto quel contenuto in un servizio di cloud storage.

Tipi di connessioni e dimensioni dei dischi rigidi

Connessione SATA vs connessione IDE

Innanzitutto bisogna tener conto del tipo di connessione del nostro hard disk, dato che i più vecchi hanno una connessione di pin chiamata IDE mentre gli ultimi modelli ci offrono un sistema di connessione meno fragile e dove i pin sono scomparsi, chiamato SATA. Devi anche prendere in considerazione le dimensioni del disco rigido. Come regola generale, se il disco rigido è in una torre, la dimensione del disco rigido sarà di 3,5 pollici, mentre Se il disco rigido viene estratto da un laptop, la dimensione del disco rigido sarà di 2,5 pollici.

Disco rigido o custodia per dock?

Contenitore per disco rigido esterno da 3,5 pollici

Ora dobbiamo essere chiari su cosa vogliamo veramente fare con il disco rigido. Se l'idea che abbiamo è di usarlo come sistema di archiviazione esterno, l'opzione migliore è acquistare una custodia per convertire l'hard disk interno in uno esterno, con il suo alimentatore e cavo USB per collegarlo al computer. Cosa c'è di più ci offrono una maggiore portabilità Quando si tratta di portarlo con noi ovunque, poiché il disco rigido è completamente protetto.

Docking Station per dischi rigidi da 3,5 e 2,5 pollici

Ma se vogliamo usarlo sporadicamente e abbiamo anche diversi dischi rigidi, l'opzione migliore che possiamo trovare sul mercato sono i dock, un dispositivo a cui possiamo collegare il nostro disco rigido in modo semplice e veloce. Questo dispositivo è l'ideale se lavoriamo spesso con molti dischi rigidi e dobbiamo cambiare la frequenza. Cosa c'è di più è perfetto quando vogliamo clonare rapidamente un disco rigido. Di seguito sono riportati diversi collegamenti in cui è possibile trovare sia alloggiamenti per dischi rigidi che dock per inserire dischi rigidi.

Collegare il disco rigido esterno o la docking station al computer

Una volta acquistata la custodia per convertire il nostro hard disk in esterno o docking, dobbiamo procedere in modo diverso, poiché se abbiamo optato per la custodia, dobbiamo montarla prima di collegarla al nostro computer. Montare una scatola su un disco rigido è una procedura molto semplice che richiederà solo pochi minuti, poiché dobbiamo solo regolare il collegamento di alimentazione dell'hard disk al case e il collegamento alla porta USB del case, collegamento con il quale potremo accedere ai dati memorizzati sul disco rigido. In caso di attracco nessuna installazione richiesta, poiché dobbiamo solo posizionare il disco rigido sulla parte superiore della base, regolarlo per adattarlo alle connessioni e inizierà immediatamente a leggere il suo contenuto.

Per collegare il nostro disco rigido esterno o docking station al nostro computer, dobbiamo solo collegare la connessione USB del dispositivo a una porta USB del nostro computer. Successivamente dobbiamo procedere a collegare il dispositivo, alloggiamento o docking, alla rete, per fornirgli elettricità in modo che possa funzionare. La maggior parte dei moderni dischi rigidi da 2,5 pollici non richiedono un alimentatore esterno, come in genere Ricevono l'elettricità necessaria per funzionare direttamente dalla porta USB, purché tu sia 2.0 o superiore.

Come accedere a un disco rigido esterno

Accedi a un disco rigido esterno

Quando colleghiamo una chiavetta USB al nostro computer, possiamo vedere come appare automaticamente una nuova icona nel file manager con il nome del dispositivo, a cui possiamo accedere rapidamente cliccando due volte con il mouse. Per accedere a un disco rigido esterno oa una docking station in cui abbiamo posizionato il disco rigido a cui vogliamo accedere, la procedura è esattamente la stessa. Nel nostro file manager o Finder (se lo facciamo con un Mac) apparirà il nome del disco rigido in questione a cui vogliamo accedere e premendo due volte si accederà come se fosse una chiavetta USB.

Si prega di notare

Porta USB 3.0

  • Prima di tutto, dobbiamo tenere presente che è abbastanza consigliabile basarci sulle opinioni positive di questo tipo di dispositivi che Amazon ci offre, poiché possiamo trovare modelli molto economici che possono essere una castagna alla fine e rovinare o funzionare un modo lento dall'inizio.
  • La connessione USB ddeve essere almeno 2.0 o superiore, dalla versione 1.x è molto più lenta di quelle successive.
  • Se il computer a cui andremo a collegarlo ha porte USB 3.0, la cui connessione è blu, il più veloce attualmente, si consiglia di acquistare un dispositivo di questo tipo compatibile con quella versione di USB, poiché il trasferimento dei file avverrà molto più velocemente rispetto alle versioni precedenti.
  • Quando si collega un disco rigido a un PC, è necessario tenere conto del file system dello stesso, poiché se utilizziamo un disco rigido del PC su un Mac o viceversa è probabile non possiamo accedere ai dati, o che possiamo solo leggerli senza la possibilità di eliminarli o copiare ulteriori informazioni in esso. Se il disco rigido è vuoto non ci sono problemi, perché dal nostro PC o Mac possiamo formattarlo in modo che utilizzi il file system compatibile più adatto alle nostre esigenze.
  • Il file system più consigliabile se si cambia regolarmente la piattaforma tra PC e Mac è ExFat, un file system compatibile in entrambi i sistemi e che ci permette di leggere e scrivere informazioni senza alcuna limitazione.

Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

2 commenti, lascia il tuo

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.

  1.   Alberto Guerrero suddetto

    È un'ottima opzione rimuovere il disco rigido per metterlo in una custodia, se dobbiamo ritirare il computer e vogliamo conservare i dati o avere più spazio di archiviazione esterno. Ti auguro il meglio.

  2.   Patrick suddetto

    Nota eccellente