Come creare una USB avviabile

Crea USB avviabile Se devo essere onesto, penso che dal 2003 non uso più alcun CD / DVD. Fino ad allora, ogni volta che volevo installare un programma pesante o un intero sistema operativo, lo facevo masterizzandolo su un DVD, ma non mi ci è voluto molto per scoprire che c'erano modi che ci permettevano di eseguire il l'intero processo senza rimuovere il software dal computer o registrarlo su una chiavetta USB. Se, come me, non vuoi usare un DVD per installare un sistema operativo, la cosa migliore è creare una USB avviabile.

In questa guida spiegheremo come creare un USB avviabile in modo che possiamo installa Windows, Mac e Linux da una pendrive. I metodi spiegati in questo post sono quelli che uso abitualmente e li uso perché mi sembrano i più semplici. So che possono essere creati utilizzando altri software (come Ultra ISO), ma quello che sto per spiegare mi sembra essere alla portata di qualsiasi utente, non importa quanto inesperto possa essere.

Come creare un USB avviabile di Windows

Sebbene possa essere fatto in diversi modi, penso che il metodo migliore sia usare lo strumento WinToFlash. Per evitare confusione, descriverò in dettaglio i passaggi da seguire per creare un USB avviabile di Windows:

  1. Andiamo al Pagina WinToFlash e lo scarichiamo.
  2. Apriamo WinToFlash. La prima volta che lo useremo dovremo configurarlo, per cui faremo clic su «Avanti».

Configura WinToFlash

  1. Configuriamo WinToFlash come indicano i seguenti screenshot.
    1. Contrassegniamo le due caselle e facciamo clic su «Avanti».
    2. Selezioniamo l'opzione «Licenza gratuita» e facciamo clic su «Avanti».
    3. IMPORTANTE: assicurati di averlo deselezionata la casella di "Mystartsearch" prima di fare clic su «Avanti». È importante deselezionare la casella perché altrimenti il ​​motore di ricerca cambierà nel nostro browser web. Non è una buona idea "accettare, accettare, accettare" senza leggere ciò che stiamo accettando, soprattutto se ciò che dobbiamo leggere è solo una frase.
  1. Con WinToFlash già configurato, creeremo l'USB avviabile. Cominciamo cliccando sulla "V" verde.
  2. Nella schermata successiva, fare clic su «Avanti».
  3. Nella successiva, contrassegniamo la seconda opzione e facciamo clic su «Avanti».
  1. Il passo successivo è selezionare l'immagine ISO di Windows, scegliere la nostra pendrive come unità di destinazione e fare clic su «Avanti».
  2. Nella finestra successiva, accettiamo selezionando la casella che dice "Accetto i termini del contratto di licenza"E clicchiamo su« Continua ».
  3. Infine, aspettiamo che il processo finisca. Dovrebbero essere necessari 15-20 minuti, a seconda del computer. Se il nostro team ha risorse limitate, l'attesa sarà lunga.

Come creare un USB avviabile per Mac OS X.

Come ho detto con diversi mezzi e in diverse occasioni, sono un po 'un "software ipocondriaco" e a me (ehi, a me) non sembra una buona idea installa OS X da una pendrive. Il motivo è che mi è capitato di aver installato OS X da USB Bootable e non ha creato la partizione di ripristino, quella partizione speciale che ci permetterà di ripristinare ed eseguire altri passaggi dal Mac senza doverne creare una nuova uno strumento. Inoltre, il processo di creazione di un USB avviabile di OS X è solitamente lungo, quindi mi prendo il mio tempo e lo faccio in un modo diverso (che non so se contare in modo che nessuno mi dica che sono pazzo). Se per qualsiasi motivo ti capita quello che mi è successo, penso che quando ho installato Mavericks (nel 2013, se non sbaglio) e non crea la partizione di ripristino, quello che dovrai fare è farlo una ricerca su Google di un file che, una volta installato, creerà tale partizione.

Per creare una USB Bootable di OS X dovremo farlo da un Mac seguendo questi passaggi:

  1. La prima cosa è aprire il Mac App Store e scaricare il file di installazione per l'ultimo sistema operativo Apple (al momento della stesura di questo post è OS X 10.11 El Capitan).
  2. Dovremo anche scaricare l'ultima versione di DiskMakerX da Il tuo sito web.
  3. Colleghiamo la nostra pendrive al Mac. Deve essere di almeno 8 GB ed essere formattato come "OS X Plus con registro".
  4. Apriamo DiskMakerX.

Apri DiskMakerX

  1. Facciamo clic su El Capitan (10.11).
  2. Facciamo clic su "Usa questa copia", a patto che abbiamo già il file di installazione di OS X nella nostra cartella delle applicazioni.
  3. Facciamo clic su «Una chiavetta USB da 8 GB».
  1. Scegliamo la nostra pendrive e clicchiamo su «Scegli questo disco».
  2. Facciamo clic su "Cancella quindi crea il disco"
  3. Facciamo clic su «Continua».
  1. Quando ci chiede la password, la inseriamo.
  2. Al termine del processo, clicchiamo su «Esci».

Esci da DiskMakerX

Sebbene in questo post stiamo parlando di come creare USB avviabili, sembra importante menzionare che per iniziare da un disco diverso dal nostro disco rigido su Mac, dobbiamo accendere il computer con il tasto Alt premuto senza rilasciarlo finché non vediamo che compaiono tutti i dischi che abbiamo a disposizione. Dovremo fare lo stesso se quello che vogliamo è entrare nella partizione di ripristino di cui parlavo all'inizio di questo metodo.

Come creare un USB avviabile Linux

a creare un USB avviabile Linux Consiglierei due diverse opzioni. Il primo è creare un Live USB con UNetbootin, un'applicazione disponibile per Windows, Mac e Linux. Il secondo è utilizzare un'applicazione come Lili USB Creator che ci permetterà di eseguire un'installazione persistente. Cosa differenzia un Live USB dalla modalità persistente? Ebbene, il Live USB non salverà le modifiche che abbiamo fatto una volta spento il computer, mentre quello persistente creerà una cartella personale (la cartella / Home) fino a 4 GB, il massimo consentito dal formato file FAT32.

Con UNetbootin (Live CD)

  1. Se vogliamo creare un Live USB con UNetbootin, dovremo prima installare l'applicazione. Lo faremo aprendo un terminale e digitando il seguente comando (su distribuzioni basate su Debian, come Ubuntu):
    • sudo apt install unetbootin
  2. La prossima cosa è preparare la pendrive USB dove creeremo l'unità di installazione. Noi possiamo formattare la pendrive (con GParted, ad esempio) oppure entrare nella pendrive dal file manager, mostrare i file nascosti (in alcune distro possiamo farlo con la scorciatoia da tastiera Ctrl + H) e spostare tutto il contenuto sul desktop, questo a patto di sono in un sistema operativo Unix che invece di cancellare i file li mette nella cartella .spazzatura dalla stessa pendrive.
  3. Quindi dobbiamo aprire UNetbootin e inserire la password del nostro utente, cosa che possiamo fare digitando in un terminale "sudo unetbootin" o cercandola nel menu dell'applicazione della distribuzione che stiamo utilizzando.
  4. Usare UNetbootin è molto semplice, e questo è il motivo per cui ho parlato di questa opzione prima. Dovremo solo fare quanto segue:
    1. Per prima cosa dobbiamo scegliere l'immagine sorgente. Possiamo selezionare l'opzione che dice «Distribution »e scaricherà l'ISO automaticamente, ma questa opzione non mi piace perché, ad esempio, Ubuntu 16.04 è stato lanciato il 21 aprile e la versione più aggiornata offerta da UNetbootin al momento della stesura di queste righe è Ubuntu 14.04 , la versione precedente di LTS. Preferisco usare l'altra opzione: DiscoImagen.
    2. Clicchiamo sui tre punti e cerchiamo l'immagine ISO che avremo precedentemente scaricato.
    3. Facciamo clic su OK.
    4. Aspettiamo. Il processo richiederà alcuni minuti.

UNetbootin

Con Lili USB Creator (modalità persistente)

Se la creazione di un Linux Live USB utilizzando UNetbootin è semplice, creare una USB persistente (puoi anche utilizzare la modalità Live) con Lili USB Creator non è molto più difficile. L'unica cosa negativa è che questa applicazione è disponibile solo per Windows, ma ne vale la pena. I passaggi da seguire sono quelli:

  1. Scarichiamo e installiamo LiLi USB Creator (Scarico).
  2. Introduciamo la pendrive dove vogliamo creare il file di installazione / modalità persistente in una porta USB.

Lili USB Creator

  1. Ora dobbiamo seguire i passaggi che l'interfaccia ci mostra:
    • Il primo passo è scegliere la nostra unità USB.
    • Successivamente dobbiamo scegliere il file da cui vogliamo creare una USB avviabile. Possiamo scegliere una ISO scaricata, un CD di installazione o scaricare l'immagine per installarla in seguito. Se scegliamo la terza opzione, possiamo scaricare l'ISO da un elenco molto ampio di sistemi operativi. Come ho detto nel metodo UNetbootin, preferisco sempre scaricare l'ISO da solo, il che garantisce che scaricherò sempre la versione più aggiornata.
    • Il prossimo passo dovremo spostare il cursore verso destra fino a quando non vedremo apparire il testo «(Modalità persistente)». La dimensione dipenderà dalla nostra pendrive, ma consiglio di utilizzare il massimo consentito. Non ci consentirà più di 4 GB perché questa è la dimensione massima per file supportata dal formato FAT32.
    • Nella fase successiva di solito controllo tutte e tre le caselle. Quello centrale, che è deselezionato per impostazione predefinita, consente di formattare l'unità prima di creare l'USB avviabile.
    • Infine, tocchiamo la trave e aspettiamo.

Il processo non è veloce come UNetbootin, ma ci permetterà di portare con noi la nostra pendrive e utilizzare il nostro sistema GNU / Linux ovunque andiamo.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.