A partire da luglio, il browser Chrome ci avviserà quando visiteremo un sito Web non protetto

Amici degli altri, cercate di trovare ogni punto debole per approfittare degli altri. Internet è uno di questi. Sicuramente in più di un'occasione, hai ricevuto un'email che cerca di impersonare la tua banca, provider di posta, compagnia telefonica ... invitandoti ad accedere a un sito web per Cambia la tua password.

Questa tecnica si chiama Phising ed è diventata uno strumento molto popolare tra gli amici di altri, che hanno anche visto come i browser hanno contribuito al furto di dati, dal momento che non hanno segnalato in alcun momento che stavamo inserendo i nostri dati in un sito Web non sicuro. Ma questo è finito. Chrome inizierà a informare gli utenti quando proveremo a farlo accedere a un sito Web che non utilizza il protocollo HTTPS.

I siti web che utilizzano il protocollo HTTP non crittografano i dati che inseriamo per accedere in qualsiasi momento, quindi se qualcuno li intercetta lungo il percorso, può accedervi facilmente. A causa di questa mancanza di sicurezza, è nato il protocollo HTTPS, un protocollo che crittografa i dati da quando lascia il nostro computer fino a quando non raggiunge la sua destinazione, quindi se qualcuno li intercetta per strada, non sarà mai in grado di accedervi.

Banche e server di posta sono ciò che questo protocollo tradizionalmente ha sempre utilizzato, ma per aumentare la sicurezza degli utenti, questo protocollo è diventato quasi un obbligo per essere adottato dalla maggior parte delle pagine web, non solo per offrire fiducia all'utente, ma anche per non essere escluso dai risultati di ricerca.

A partire dalla versione 68 di Chrome, ogni volta che visitiamo una pagina web che non è sicura, cioè non utilizza il protocollo HTTPS, il browser di Google ci mostrerà accanto all'indirizzo web un messaggio «Non sono sicuro» per avvisare l'utente che se inserisce qualsiasi tipo di dato, il suo invio non verrà in nessun momento criptato, con il rischio che ciò comporta. Attualmente, come possiamo vedere nell'immagine sopra, quando visitiamo un sito Web non protetto, Chrome non ci offre tali informazioni in modo semplice, come se lo facesse con i siti Web che utilizzano il protocollo HTTPS (immagine che fa da capo a questo articolo)

 


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.