Analisi di Lightning Returns: Final Fantasy XIII

Il ritorno del fulmine Final Fantasy XIII

Con questo terzo capitolo la saga finisce Illuminazione en PlayStation 3 y Xbox 360, in una lunga generazione che ha assistito alle trasmutazioni di uno dei franchise più noti del settore. E proprio questo Restituisce Fulmine: Final Fantasy XIII allo stesso tempo funge sia da chiusura della trilogia che da inizio di quello che potrebbe essere il nuovo futuro di Final Fantasy.

Il sistema di combattimento, mappature più estese, un maggior numero di missioni e compiti secondari sono gli asset principali del programma, anche se pad alla mano, i sentimenti di mancanza di ambizione e il lavoro meticoloso che hanno caratterizzato questa saga in un tempo sono più che persistenti in un gioco che si può dire che passi inosservato.

In questo Fulmine Returns sono state apportate molte modifiche. Il primo di loro è chiaramente appariscente dal primo momento, perché per questa occasione avremo solo Illuminazione come un'eroina solitaria per completare l'avventura. Qui non dovremo gestire personaggi né prepararli al combattimento, anche se in alcune battaglie specifiche riceveremo assistenza da un alleato controllato dalla CPU. Un altro elemento importante introdotto è il lasso di tempo in cui dobbiamo completare il gioco: abbiamo giorni 13 per salvare quante più anime possibile prima che il mondo finisca. Ma non preoccuparti, questa limitazione svolge quasi una semplice funzione decorativa nell'argomento: avrai tutto il tempo per esplorare la mappatura, anche se fai attenzione, ci sono attività che possono essere completate solo in un momento specifico del giorno o della notte.

final fantasy xiii fulmini b

Come ho già detto, la sezione giocabile ha subito un rimodellamento abbastanza drastico che sconvolgerà molti fan: gli attacchi a loro volta sono stati abbandonati per far posto a battaglie in tempo reale. Questa svolta radicale a volte è un po 'caotica, soprattutto se teniamo a mente i ricordi dei giochi precedenti. Comunque sia, con questo nuovo gameplay abbiamo assegnato a ciascun pulsante un attacco o azioni scelti in precedenza, quando li premiamo, verrà utilizzata la classica barra verde e dovremo aspettare un po 'perché si rigeneri.

final fantasy xiii fulmini f

La difficoltà dei combattimenti sembra più alta e impegnativa rispetto ai precedenti FFXIII, soprattutto negli scontri contro i boss finali, alcuni piuttosto duri, anche se abbiamo aggiunto ai controlli le possibilità di bloccare o schivare, cosa fondamentale da padroneggiare. D'altra parte, i semi di Illuminazione Ha una funzione che va oltre la mera estetica e ognuno è dotato di proprie caratteristiche, come magie diverse o attacchi speciali.

final fantasy xiii fulmini d

Qualcosa che attirerà anche l'attenzione di molti è che non c'è un normale aumento dei livelli. Quando siamo vittoriosi in battaglie, riceviamo una ricompensa sotto forma di materiali per migliorare l'equipaggiamento, mentre lo sarà completando le missioni quando otterremo abilità, oltre al denaro. Il salire di livello si ottiene solo completando le missioni, quindi non ha molto senso impegnarsi in combattimento. Inoltre, le missioni hanno sempre una ricompensa specifica, che toglie il fattore possibilità.

final fantasy xiii fulmini e

Qualcosa che mi è piaciuto è quello in questo Restituisce Fulmine: Final Fantasy XIII abbiamo una mappa molto grande da esplorare. Era qualcosa richiesto dai fan e sembra proprio così Square Enix ha saputo ascoltare: avremo le città di Luxeron y Yusnaan e le aree di Dune della Purgazione y Marche selvagge. Ci sono numerosi compiti alternativi, tuttavia sembrano abbastanza ripetitivi perché si riducono a tre tipi di missioni secondarie: combattere senza di più, agire come un messaggero e cercare oggetti. Né hanno una trama minimamente interessante, e questo è qualcosa che può essere estrapolato a quello principale: nonostante quanto sia sorprendente la fine dei tempi, vivremo pochi momenti di vero climax.

final fantasy xiii fulmini c

A livello tecnico si ho avuto un po 'freddo. Troviamo difetti come il popping, alcuni caduta del fotogramma puntuale o alcune trame troppo piatte. Graficamente ci sono tanti personaggi poco lavorati in poligono, ambientazioni blande o sparse nei dettagli, effetti di luce obsoleti ... Si nota abbastanza che la tecnologia utilizzata per il gioco è la stessa che ha dato vita a Final Fantasy XIII Molti anni fa. L'altro lato della medaglia sarebbe colonna sonora, di alto livello e che colloca facilmente le composizioni di Masashi hamauzu a livello di quelli di Nobuo Uematsu.

final fantasy xiii fulmini g

Insomma, si potrebbe dire così Restituisce Fulmine: Final Fantasy XIII è stata una produzione poco golosa. In passato, ogni titolo della serie rappresentava una nuova quota di qualità ed era all'avanguardia per molti aspetti, ma temo che non sia così. Tecnicamente non è lucido come dovrebbe essere, la trama è blanda e le modifiche apportate al gameplay sembrano un avvertimento di ciò che ci aspetta con Final Fantasy XV. Lo consiglierei solo ai fan sfegatati dell'eroina.

NOTA FINALE MUNDI VJ 6

 


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.