Google inizia a preparare Chrome per l'arrivo dell'informatica quantistica

informatica quantistica google

Una delle aziende che oggi sta investendo di più nello sviluppo e nella progettazione del quantum computing è Google, azienda che a sua volta conosce gli enormi vantaggi che questo tipo di tecnologia potrebbe offrire all'essere umano ma anche, una volta arrivata si possono avere il tuo Aspetti negativi. Essendo proprio Google uno dei suoi promotori, non sorprende che molti dei suoi team di ingegneri stiano già lavorando a determinate soluzioni per adattare la tecnologia attuale a questo tipo di macchine nuove con enormi capacità.

Come è emerso, Google oggi starebbe lavorando alla creazione di una versione di Chrome che implementerebbe un algoritmo denominato come New Hope. Fondamentalmente il problema riscontrato che questo tipo di software tenterebbe di risolvere è quello delle comunicazioni crittografate. Apparentemente e secondo quello che dicono, le capacità dell'informatica quantistica in termini di elaborazione dei dati sono tali che questi computer sarebbero in grado di compromettere gli attuali sistemi di sicurezza o i protocolli di sicurezza utilizzati su Internet.

Un computer quantistico sarebbe in grado di compromettere la sicurezza e la crittografia attuali utilizzate nelle comunicazioni Internet

 

L'idea su cui si sta sviluppando questo nuovo algoritmo è quella di creare un sistema di scambio di chiavi post-quantistico con il quale garantire che la crittografia del futuro non sia vulnerabile all'uso dei computer quantistici. Tieni presente che, secondo Google, letteralmente non cercare di creare un nuovo standard, ma per raccogliere informazioni ed esperienze su come sviluppare questo meccanismo sicuro. Come spiegato Matt bratihwaite, Ingegnere software di Google:

Se è possibile costruire computer quantistici di grandi dimensioni, le primitive di crittografia asimmetrica attualmente utilizzate in TLS, il protocollo di sicurezza utilizzato in HTTPS, potrebbero essere violate.

Per maggiori informazioni: TechCrunch


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.