Huawei FreeBuds 3, analizziamo la nuova edizione in rosso

L'azienda asiatica ha lanciato da tempo l'ultima edizione di queste cuffie True Wireless dalle caratteristiche davvero notevoli. Questa volta analizzeremo la sua edizione speciale in rosso. Abbiamo le Huawei FreeBuds 3 in rosso, rimanete a vedere la nostra analisi e tutte le sue caratteristiche in questa recensione dettagliata. Siamo sicuri che non vorrai perdertelo e, come facciamo di solito, abbiamo accompagnato questa analisi con un video in cui puoi vedere la nostra esperienza, unboxing e come funzionano giorno per giorno. Ci andiamo con l'analisi esaustiva delle Huawei FreeBuds 3 in rosso.

Design e materiali: abituali ed efficaci

La prima cosa che pensi quando vedi le scatole FreeBuds 3 è che ti ricordano la scatola di alcuni formaggi cerosi che ci hanno accompagnato per tutta la nostra infanzia, soprattutto ora con questa nuova edizione rossa che è stata lanciata in concomitanza con San Valentino. Tuttavia e nonostante la curiosità di essere totalmente rotonda, la custodia di ricarica è compatta, leggermente più sottile degli Apple AirPods e leggermente più esteso data la sua forma tonda, ma anche così, ci troviamo di fronte a una delle custodie di ricarica più facili da trasportare tra quelle testate fino ad oggi.

  • Taglia di Astuccio: 4,15 x 2,04 x 1,78 mm
  • dimensione microtelefono: 6,09 x 2,18
  • peso Astuccio: 48 grammi
  • peso microtelefono: 4,5 grammi

La verità è che abbiamo un design standardizzato sul mercato, abbastanza comodo e che personalmente apprezzo. Di solito è facile attribuire la somiglianza agli Apple AirPods per riferirsi a una mancanza di immaginazione, ma la realtà è che si tratta di un design funzionale e meramente ergonomico, Davanti a cui si può discutere poco, essendo onesti. Sono costruite in plastica lucida "jet", abbiamo un indicatore LED di ricarica vicino alla porta USB-C e con un LED di stato all'interno, tra le due cuffie.

Autonomia: buona gamma di indipendenza

Partiamo dai dettagli tecnici. Abbiamo una batteria teorica che promette quattro ore di autonomia per ogni auricolare, 20 ore in totale se includiamo la custodia che prevede quattro ricariche aggiuntive. Per caricarli abbiamo un port USB-C fino a 6 W. e naturalmente la ricarica wireless con il Standard Qi questa volta di 2W. Abbiamo verificato che i parametri siano rispettati e abbiamo circa un'ora per caricare completamente la scatola e un'altra ora per caricare completamente le cuffie, che sarà sempre inferiore poiché in linea di principio non dovremmo mai scaricare la batteria.

  • Batteria scatola: 410 mAh
  • Batteria cuffie: 30 mAh

In pratica, le promesse del marchio sono quasi completamente mantenute. Nel mio caso ho riscontrato circa 3 ore di autonomia a volume costante del 70% e con cancellazione del rumore attivata. per chiamate miste e uso di musica tramite Spotify. La ricarica ha richiesto un po 'più di tempo del tempo approssimativo perché nel mio caso ho utilizzato un caricabatterie Qi wireless che lo rende estremamente confortevole. Offrono sicuramente una buona esperienza in questo senso.

caratteristiche tecniche

Con un dispositivo Huawei è tutto più semplice. Semplicemente aprendo il box vicino al nostro Huawei P30 Pro e premendo il tasto laterale avviiamo un processo di configurazione facile e veloce guidato attraverso le animazioni tipiche. Per renderlo così semplice, approfittano del Kirin A1, un SoC Bluetooth 5.1 Certificato dual-mode (il primo), con un processore audio di 356 MHz e che non ha offerto alcun tipo di interferenza, taglio o ritardo nei nostri test. Huawei promette una latenza inferiore a 190 ms e una connessione con il dispositivo per meno di 3 secondi è rigorosamente rispettata.

Grazie a questo processore, già presente in altri dispositivi indossabili dell'azienda, e all'integrazione con EMUI 10 saremo in grado di tirare fuori tutto il succo dalle cuffie, Abbiamo però un'applicazione disponibile nell'App Store che, nel caso di un dispositivo Android, ci darà la possibilità di riadattare le azioni del doppio tap (non necessario se usiamo EMUI 10). Sceglieremo se mettere in pausa la musica, passare al brano successivo, richiamare l'assistente o attivare la cancellazione del rumore, potremo anche configurarlo in modo indipendente per ogni auricolare.

Questa app Ai Life (disponibile solo su Android) ci permetterà di conoscere in dettaglio tutte le informazioni e anche di effettuare una ricerca di aggiornamenti firmware per le cuffie, tuttavia, come abbiamo detto prima, se utilizziamo EMUI 10 non è necessario, visto che nelle impostazioni di Bluetooth e anche automaticamente svolgerà queste attività. Nella nostra esperienza la qualità dei microfoni per effettuare chiamate è di alta qualità, ci isola bene dai rumori e ci permette di sentire chiaramente (e ascoltateci), uno dei migliori sul mercato al riguardo. Ha un microfono con protezione preventivamente nella parte inferiore e un sensore osseo per ridurre il rumore quando si cattura la voce tramite vibrazione.

Se vuoi fare sport, non devi preoccuparti troppo per certi aspetti, pur non dando la sensazione di estrema fissazione, non cadono facilmente, e la loro certificazione di resistenza al sudore e agli schizzi IPX4 ci permetterà di usarli tranquillamente.

Qualità del suono e cancellazione del rumore

Partiamo dalla qualità audio, ci troviamo di fronte a cuffie che si aggirano intorno ai 200 euro e che non si nota solo nella sua costruzione. Non abbiamo bassi accentuati, ma questo di solito è indicativo di una buona qualità dei media, quindi abbiamo un media di discreta qualità tenendo conto del tipo di auricolare. Il volume massimo è abbastanza considerevole e in termini di qualità è a cavallo con la concorrenza principale e soprattutto con prodotti della stessa fascia di prezzo. Ovviamente, come sempre accade in questo tipo di cuffie, non sono pensate per i più golosi del suono.

Per quanto riguarda la cancellazione del rumore, beh ... Prendiamo in considerazione il suo design aperto e la sua audace possibilità di utilizzare questa tecnologia. Senza un minimo di isolamento passivo (non sono in-ear) non hanno altra scelta che lavorarci duramente. In quanto tale, la sua cancellazione del rumore non è miracolosa, si concentra maggiormente sull'eliminazione dei rumori esterni e ripetitivi, ma dimentica l'isolamento totale nei trasporti pubblici o simili.

Puoi comprarli Huawei FreeBuds 3 in rosso per 179 euro sia su Amazon che sul sito ufficiale di Huawei, l'Huawei Space di Madrid e i principali punti vendita.

Huawei FreeBuds 3, analizziamo la nuova edizione in rosso
  • Valutazione dell'editore
  • 4.5 stelle
149 a 179
  • 80%

  • Huawei FreeBuds 3, analizziamo la nuova edizione in rosso
  • Recensione di:
  • Postato su:
  • Ultima modifica:
  • disegno
    Editore: 90%
  • ANC
    Editore: 40%
  • Qualità audio
    Editore: 85%
  • Autonomia
    Editore: 90%
  • Portabilità (dimensioni / peso)
    Editore: 90%
  • Qualità del prezzo
    Editore: 70%

Vantaggi

  • La qualità dei materiali e la loro costruzione
  • Autonomia e possibilità di ricarica
  • Buona integrazione con i dispositivi Huawei
  • Possibilità di personalizzare le impostazioni e la cancellazione del rumore

Svantaggi

  • Potrebbero avere un prezzo più moderato
  • Molto più facile da usare se hai un dispositivo con EMUI 10
  • Non consentono di regolare il volume in modalità touch

Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.