Huawei P30, prime impressioni sulla nuova fascia alta del marchio

Dettaglio frontale

Huawei ha finalmente presentato la sua nuova gamma di fascia alta in un evento a Parigi. Una fascia alta guidata dall'Huawei P30, che è ciò che dà il nome a questa famiglia di telefoni del brand cinese. Una presentazione che abbiamo potuto seguire in diretta e in cui abbiamo conosciuto questo nuovo telefono dell'azienda. Cosa possiamo aspettarci da esso?

Abbiamo già l'Huawei P30 nelle nostre mani, quindi vi racconteremo le nostre impressioni su questa nuova fascia alta del marchio. Un telefono con il quale vediamo ancora una volta i grandi progressi che la gamma di fascia alta di Huawei sta facendo sul mercato. Non perdere questa fascia alta!

Specifiche complete Potete leggere di questo nuovo telefono qui, nell'articolo in cui abbiamo raccolto la sua presentazione. Successivamente, vi lasciamo con le prime impressioni che questo Huawei P30 ci ha lasciato. Presto avremo pronta per te l'analisi completa di questo high-end.

Design e materiali

Huawei P30 Pro

A prima vista si nota già una netta differenza tra questo Huawei P30 e il modello lanciato lo scorso anno. Il marchio ha optato per una tacca inferiore, sotto forma di una goccia d'acqua sullo schermo. È un notch abbastanza discreto, che non domina troppo il design del frontale. Per il resto si è optato per ridurre il più possibile le cornici, sfruttando al massimo la parte anteriore del dispositivo. Ancora una volta, il marchio si impegna a utilizzare il vetro curvo. Il che ne consente un utilizzo molto più confortevole.

Huawei P30 ha uno schermo OLED da 6,1 pollici, con una risoluzione Full HD + di 2.340 x 1.080 pixel, con un rapporto di schermo 19,5: 9, il solito in questi casi con questo tipo di notch. Il sensore di impronte digitali è stato integrato nello schermo del dispositivo, come stiamo già vedendo in molti modelli di fascia alta. Su questo fronte troviamo un'unica fotocamera, dove abbiamo anche lo sblocco facciale. Ti diremo di più sulla fotocamera in seguito.

Nella parte posteriore troviamo una tripla fotocamera posteriore sul dispositivo, con una combinazione di più lenti. Per i modelli di quest'anno, Huawei ha introdotto nuovi colori. Abbiamo classici come il bianco o il nero, ma anche nuove tonalità, chiamate a conquistare i consumatori. In questo modo gli utenti potranno scegliere quelli che preferiscono. Il corpo del telefono è stato ridisegnato in vetro, dandogli un aspetto più premium in ogni momento.

Nel complesso, il design è identico al P30 Pro. Solo questo modello ha dimensioni leggermente inferiori, poiché il Pro ha uno schermo da 6,47 pollici, mentre questo modello rimane a 6,1 pollici. Ma in entrambi i casi abbiamo la stessa risoluzione e lo stesso pannello OLED.

Processore, RAM, memoria e batteria

Come previsto, questo Huawei P30 utilizza Kirin 980 che è il processore più potente che il marchio ha oggi disponibile. Un processore che fa un ottimo uso dell'intelligenza artificiale, con un'unità specifica per esso. Un'intelligenza che viene utilizzata nel telefono in generale, oltre alle telecamere. In questo caso, viene utilizzata un'unica combinazione di RAM e memoria, 6 GB di RAM e 128 GB di memoria interna. Sebbene gli utenti avranno la possibilità di espandere tale spazio di archiviazione. Quindi, se hanno bisogno di più, non sarà un problema.

Per la batteria troviamo anche miglioramenti da parte dell'azienda. Nel caso di questo Huawei P30, troviamo una batteria con capacità di 3.650 mAh. Avrà anche la ricarica rapida SuperCharge del marchio cinese. Grazie ad esso è possibile caricare il 70% della batteria in soli 30 minuti. Il che sarà senza dubbio molto utile per gli utenti in tutti i tipi di situazioni diverse.

In combinazione con il processore, c'è da aspettarsi che la batteria ci dia una buona autonomia. Sebbene in questo intervallo, Huawei di solito soddisfa bene questo aspetto. Ulteriore, Dobbiamo aggiungere che arriva già con Android Pie con EMUI 9.1. Quindi il sistema operativo stesso ha già varie funzioni che aiutano a gestire al meglio la batteria. Né dobbiamo dimenticare che abbiamo un pannello OLED, il cui consumo energetico è inferiore. Insomma, elementi che aiutano a ridurre i consumi al telefono in ogni momento.

Fotocamere Huawei P30

L'anno scorso la gamma P20 è stata un importante passo avanti per la fotografia in questa gamma. Nel 2019, il marchio compie un ulteriore passo in tal senso in questa gamma. Huawei P30 utilizza una tripla fotocamera posteriore. Non sono le stesse fotocamere che troviamo nel P30 Pro, sebbene abbiano piccole differenze in generale. Alcune fotocamere che promettono senza dubbio di poter scattare ottime foto. Come nel resto degli smartphone del marchio, abbiamo al loro interno la presenza dell'Intelligenza Artificiale.

Troviamo un file combinazione di tre sensori: 40 + 16 + 8 MP. A ciascuno dei sensori è assegnata una funzione specifica. Abbiamo il sensore principale da 40 MP, con apertura f / 1.6 e un sensore RGB ridisegnato dal brand, per avere una maggiore sensibilità alla luce. Quello secondario è un 16 MP con apertura f / 2.2 e il terzo è un 8 MP con apertura f / 3.4. Una potente combinazione che rende chiaro l'impegno del marchio per la fotografia.

Mentre sul davanti abbiamo un unico sensore. Huawei ha utilizzato una fotocamera da 32 MP con apertura f / 2.0 nello stesso. In questo sensore troviamo anche lo sblocco del riconoscimento facciale del dispositivo. Quindi possiamo usare entrambi i sistemi con questo high-end.

Tra qualche settimana speriamo di avere pronta l'analisi di questo Huawei P30. Per adesso possiamo farlo con una chiara idea di cosa ci lascia questa gamma alta. Un modello che mostra ancora una volta i progressi che questo segmento sta avendo nel brand cinese. Quali impressioni ti lascia il telefono?


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.