Il prossimo grande aggiornamento di Windows 10 avrà il supporto picture-in-picutre

Qualche mese fa, Microsoft ha presentato alcune delle principali novità che arriveranno dal prossimo aggiornamento di Windows 10 denominato Creators Update, un aggiornamento che sarà più o meno a livello di Anniversary Update, il primo importante aggiornamento di Windows 10. A poco a poco vengono filtrate nuove funzioni e caratteristiche che verranno dalla mano di questo prossimo aggiornamento, funzioni e caratteristiche che non sono state menzionate nella presentazione che ha fatto Microsoft. L'ultima funzionalità trapelata afferma che Windows 10 offrirà supporto per la funzione video mobile picture-in-picture, una funzionalità che è stata disponibile anche nell'ecosistema Mac dall'arrivo di macOS Sierra.

Così potremo goderci i nostri video preferiti in qualsiasi applicazione e ovunque sullo schermo, attraverso una finestra mobile, mentre creiamo un documento, controlliamo il nostro profilo Facebook, le email ... Attualmente solo Skype offre questa possibilità per diverse versioni, ma Microsoft ha visto come questo nuovo modo di consentire la riproduzione I video facilitare notevolmente l'interazione con il sistema operativo oltre a migliorare la nostra produttività (non correlata al lavoro logicamente).

Attualmente in Solo i video di YouTube per macOS Sierra supportano questa funzione, quindi la funzione è un po 'distorta e priva di significato. Microsoft intende, almeno inizialmente, consentire a qualsiasi applicazione, precedentemente compatibile con questa funzione, di riprodurre video in una finestra mobile, posizionandola su tutti i desktop che abbiamo in quel momento aperti.

Un'altra funzionalità che verrà dall'aggiornamento di Creators Update è chiamata Dynamic Lock, una funzione che Ci permetterà di bloccare il nostro PC quando rileva che ci stiamo allontanando con il nostro smartphone o tablet, il che implica che lasceremo il nostro PC incustodito, quindi bloccherà l'accesso finché non saremo nuovamente nel suo raggio d'azione. Questa funzione utilizzerà il bluetooth per rilevare la nostra presenza e praticamente la stessa cosa che l'applicazione Feeze ci offriva anni fa per Windows XP e Windows Vista.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.