iOS 10.3 ci offrirà un nuovo file system più veloce e più sicuro chiamato APFS

Un paio di giorni fa, i ragazzi di Cupertino hanno iniziato a lanciare la prima beta di iOS 10.3, il prossimo grande aggiornamento del sistema operativo mobile di Apple. Nell'ultima Apple Developer Conference si è parlato di APFS, Apple File System, un file system che migliora le prestazioni, la velocità e la sicurezza del sistema operativo. Da quella data si è saputo poco o niente di più sull'argomento. Ma con l'arrivo della prima beta di iOS 10.3, sia per gli sviluppatori che per gli utenti del programma beta pubblico, è iniziata la distribuzione di questo nuovo formato di file.

Questo nuovo file system è ottimizzato per l'uso nella memoria flash e SSD, e include una crittografia più sicura, l'opzione per clonare i file. e directory, modificare la dimensione dei file diretti in modo più rapido e diversi miglioramenti nel file system. Al momento questo nuovo formato è disponibile solo da iOS 10.3, una modifica che viene apportata durante l'installazione di questa versione. Per evitare qualsiasi perdita di contenuto durante il processo, Apple ci ricorda l'importanza di eseguire un backup prima di eseguire l'aggiornamento, poiché si tratta di un processo complicato che può mettere a rischio i contenuti archiviati.

Quando si aggiorna il file system ad APFS, il dispositivo crea una copia dei dati per formattarli con questo nuovo file system per ripristinarne successivamente una copia. APFS oltre ad essere più sicuro è molto più veloce, quindi dovremmo notare miglioramenti nel funzionamento generale del dispositivo, anche se pur essendo ancora in beta, le prestazioni di queste versioni potrebbero lasciare un po 'a desiderare. Quando arriva la versione finale di iOS 10.3, sì dovremmo notare un aumento della velocità di elaborazione del nostro dispositivo, sia esso iPhone, iPad o iPod touch.

Questo nuovo file system dovrebbe raggiungere anche i Mac con macOS, ma non sappiamo quando è pianificata la sua implementazione, poiché il processo è molto più complicato perché gli utenti hanno accesso alla radice del sistema, cosa che non avviene in iOS. Sono stato con la prima beta di iOS 10.3 sul mio iPad per diversi giorni e per ora Non ho notato alcun miglioramentoPresumibilmente, con il rilascio delle versioni successive migliorerà.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.