L'intelligenza artificiale arriva alla progettazione di nuovi farmaci

farmaci

Ancora oggi se ne parla intelligenza artificiale è farlo, senza dubbio, su uno dei temi più ricorrenti nel mondo della progettazione di software e hardware, non invano praticamente tutte le università e centri di ricerca e sviluppo hanno esperti che lavorano sull'argomento, senza contare che, siamo parlarne oggi potrebbe essere uno dei lavori più remunerativi nel mondo dell'informatica.

Lungi da tutto questo, la verità è che a poco a poco il tema dell'intelligenza artificiale si sta imponendo praticamente in tutti i settori legati all'informatica, all'Internet delle cose o ai social network, per citare alcuni dei settori in cui sembra a volte senza nemmeno saperlo, utilizza questo tipo di piattaforma software. A questo punto, va notato che non solo in questi settori viene imposta l'intelligenza artificiale ma a poco a poco sta avanzando in altre aree scientifiche come, in questo caso, il sviluppo di nuovi farmaci.


intelligenza artificiale

Un team del MIT è riuscito a progettare software in grado di creare nuovi farmaci

Uno dei principali problemi che il settore farmaceutico deve affrontare, se così si può chiamare, è che è ancora necessario lo sviluppo di nuove molecole, qualcosa di necessario per creare nuovi farmaci, viene eseguita manualmente. Un processo che curiosamente è lo stesso sia per creare un farmaco completamente nuovo sia per un'evoluzione di uno esistente per migliorarne le proprietà.

Fondamentalmente e senza entrare troppo nei dettagli, ciò che i chimici fanno in questo tipo di processo è selezionare una molecola il cui potenziale è noto per combattere una malattia molto specifica. Su questa molecola già selezionata vengono effettuate una serie di aggiustamenti manuali per potenziarne gli effetti. purtroppo questo compito di solito richiede molto tempo ai chimici coinvolti perché, dopo tutto questo lavoro, non ottenere i risultati attesi.

chimica

Questo software può far risparmiare molto lavoro ai chimici coinvolti nello sviluppo di un nuovo farmaco

Come puoi vedere, fino ad ora il lavoro di un chimico nella progettazione di un nuovo farmaco era un compito che poteva essere abbastanza frustrante, almeno fino ad ora. Lo dico poiché il Laboratorio di Informatica e Intelligenza Artificiale in collaborazione con il Dipartimento di Ingegneria Elettrica e Informatica, entrambi appartenenti al Massachusetts Institute of Technology (MIT) sono riusciti a progettare software in grado di automatizzare il processo di progettazione dei farmaci attraverso l'uso di sistemi di apprendimento automatizzato.

Durante i primi test effettuati con questo nuovo software, capace di selezionare le molecole con il potenziale per combattere una certa malattia in base alle proprietà desiderate del farmaco per modificare le strutture molecolari dello stesso al fine di ottenere la massima potenza possibile rimanendo chimicamente valido.

Nelle parole di Rob Matheson, Medico del MIT:

Il modello fondamentalmente prende i dati dalla struttura molecolare di input e crea direttamente grafici molecolari: rappresentazioni dettagliate di una struttura molecolare, con nodi che rappresentano atomi e bordi che rappresentano legami. Suddividi questi grafici in gruppi più piccoli di gruppi funzionali validi che usi come "blocchi di costruzione" che ti aiutano a ricostruire più accuratamente e modificare meglio le molecole.

con

Ci sono ancora molti mesi di lavoro per far funzionare il software senza problemi

La parte negativa di questo progetto è che è solo un lavoro che ha ancora molto sviluppo davanti a sé. Anche così, è particolarmente sorprendente che questo nuovo software abbia ottenuto risultati molto più efficaci rispetto ad altri sistemi progettati per automatizzare il processo di progettazione del farmaco poiché tutte le molecole create durante i test erano valide, mentre altri modelli ampiamente accettati, hanno un tasso di validità del 43%.

Nelle parole di Wengong jin, PhD student presso MIT's Laboratory of Computer Science and Artificial Intelligence:

La motivazione alla base di ciò era sostituire l'inefficiente processo di modifica umana della progettazione di molecole con l'iterazione automatica e garantire la validità delle molecole che abbiamo generato.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.