La NASA si affida ai sistemi di intelligenza artificiale Intel per esplorare lo spazio

NASA

Uno dei grandi problemi che di solito hanno NASA In ciascuna delle missioni che lanciano, secondo i loro stessi ricercatori, ce l'hanno nel enorme quantità di dati che tendono a raccogliere da loro dati che prima di essere archiviati e successivamente mostrati al pubblico, deve essere attentamente analizzato per determinare veramente quali sono i più preziosi per le missioni future.

Questo lavoro è uno dei più difficili di qualsiasi missione, ancora di più nel corso degli anni, in cui le missioni sono solitamente dotate di tutti i tipi di tecnologia progettata per raccogliere diversi dati che vengono successivamente inviati sulla Terra per l'analisi. Come dettaglio, ti dico che, per analizzare tutta questa enorme quantità di dati, gli ingegneri della NASA devono dedicarsi diversi giorni in questo enorme lavoro.

Luna

La NASA annuncia che utilizzerà i sistemi di intelligenza artificiale di Intel nell'analisi dei dati che arrivano da tutte le loro missioni spaziali

Proprio per migliorare questa analisi di tutti i dati che arrivano sulla Terra da diverse missioni, la NASA ha deciso di aprire un file programma di collaborazione con Intel per utilizzare i loro sistemi di intelligenza artificiale. Nello specifico e come è stato rivelato, la società che collaborerà con la NASA lo sarà Nervana, una società specializzata in attività di machine learning acquisita da Intel nel 2016.

Un punto importante da tenere a mente è che questa collaborazione non è una novità poiché, al momento, La NASA ha avuto l'opportunità di testare tutti i vantaggi del software creato dai ragazzi di Nervana in un evento organizzato dalla stessa Agenzia Spaziale Nordamericana in cui si è cercato che tutti questi tipi di aziende potessero dimostrare di cosa è capace il loro software e come potevano aiutare i loro specialisti nella prestigiosa agenzia di recupero e analisi dei dati.

APPRENDIMENTO PROFONDO

Il software Nervana riesce ad analizzare i dati delle missioni NASA in tempi record

Dopo questi test, la NASA ha deciso di avviare una delle tecnologie sviluppate da Nervana, azienda che, ricordiamo, è stata acquistata pochi mesi fa da Intel. Un esempio dell'uso di questa tecnologia, come è stato rivelato dalla stessa Agenzia Spaziale Nordamericana, lo abbiamo in analisi di oltre 200 terabyte di dati Con il quale è stato possibile realizzare un disegno 3D della Luna completamente autonomo attraverso immagini raccolte da un satellite.

Oltre a questo interessante lavoro, il software messo alla prova è riuscito a generare una serie di file mappe specifiche dei poli lunari Dove, nonostante le difficoltà, era possibile rappresentare i crateri dello stesso, anche quelli situati nella zona più abbondante e meno accessibile della stella.

Come dettaglio, come è stato commentato dalla stessa NASA, va notato che sembra che un team di lavoro possa impiegare solo settimane per sviluppare una mappa coesa di una parte della Luna mentre, grazie all'utilizzo di questo tipo di intelligenza artificiale software, questo lavoro può essere realizzato in tempi record con un file Precisione del 98%.

Intel

La NASA avrà pieno accesso al software sviluppato da Intel

Sulla base del comunicato stampa pubblicato da Intel, in cui si fa riferimento a come la NASA abbia pieno accesso alla sua tecnologia, ci viene detto del software sviluppato all'epoca da Nervana e dei suoi vantaggi in termini di utilizzo per l'industria spaziale:

Il team ha dimostrato che l'apprendimento profondo potrebbe ottenere gli stessi risultati di un esperto umano con velocità notevolmente migliorate, suggerendo che le mappe dettagliate di tutti gli oggetti rocciosi nel sistema solare potrebbero essere automatizzate utilizzando tecniche di apprendimento profondo.

Intel Nervana è specificamente progettato per consentire a ricercatori e data scientist di utilizzare l'intelligenza artificiale per risolvere alcune delle più grandi sfide del mondo ed è ideale per un problema come l'accelerazione dei viaggi nello spazio.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.