La guida per la casa connessa: come impostare le luci

Continuiamo con la nostra serie di guide per rendere smart la tua casa. Ha deciso di partire per il momento con l'illuminazione perché è il punto di partenza per la maggior parte degli utenti che decidono di entrare nell'universo della casa connessa. Nella seconda parte della guida all'illuminazione vogliamo parlarvi dell'importanza di scegliere un buon assistente virtuale, di come configurare i vostri nuovi dispositivi di illuminazione e, in definitiva, di impostare un valido sistema di illuminazione intelligente. Resta con noi e scopri come configurare il tuo intero sistema di illuminazione intelligente.

Articolo correlato:
La guida alla casa connessa: scelta della tua illuminazione intelligente

Primo: scegli due assistenti virtuali

Potresti chiederti perché ti incoraggio a scegliere due assistenti virtuali invece di due, perché per un semplice motivo, perché se uno fallisce, possiamo continuare a usare l'altro. I tre sistemi principali sono: Alexa (Amazon), Google Home con Google Assistant e Apple HomeKit con Siri. Nel nostro caso, consiglieremo sempre Alexa per alcuni motivi principali:

  • È quello che offre prodotti audio e accessori più economici disponibili su Amazon con molte offerte.
  • È compatibile con Android e iOS senza complicazioni.
  • È quello che offre i dispositivi più compatibili sul mercato.

E in secondo luogo, ti consiglio di utilizzare anche l'assistente virtuale che è presente sul tuo dispositivo mobile, ovvero HomeKit nel caso in cui tu abbia un iPhone o Google Home nel caso in cui tu abbia dispositivi Android. In questo caso abbiamo optato per Alexa di Amazon per la casa in modo indipendente e Apple HomeKit sui nostri dispositivi. Approfittiamo del fatto che abbiamo una moltitudine di dispositivi di gestione per tutti i gusti e di tutti i prezzi nel catalogo Amazon e che ci sono anche molti altoparlanti di terze parti come Sonos, Energy Sistem e Ultimate Ears (tra gli altri) che offrono Compatibilità.

Collegamento di lampadine Zigbee - Philips Hue

Nel nostro caso con protocollo Zigbee, abbiamo optato per Philips Hue, che insieme ai suoi interruttori wireless compone la consueta configurazione dei nostri dispositivi. Per far funzionare il sistema Hue con Alexa Dopo aver collegato il bridge al router tramite un cavo RJ45, effettuiamo le seguenti operazioni:

  1. Installiamo l'applicazione Philips Hue sul nostro dispositivo e creiamo un account.
  2. Apriamo l'applicazione Alexa, installiamo Philips Hue Skill e accediamo con lo stesso account Philips Hue.
  3. Clicca automaticamente su "+"> Aggiungi dispositivo e vedremo tutti i dispositivi aggiunti al nostro bridge.

Philips Hue

Per aggiungere un dispositivo al bridge Philips Hue:

  1. Entriamo nell'applicazione Philips Hue e andiamo su Impostazioni.
  2. Fare clic su «Impostazioni luci» e poi su «Aggiungi luce».
  3. Le lampadine che abbiamo collegato in questa sezione appariranno automaticamente e ci consentiranno di regolarle. Se non compare possiamo cliccare su "Aggiungi matricola" e vedremo come nell'area bianca della lampadina ci sia un codice alfanumerico compreso tra 5 e 6 caratteri che aggiungerà automaticamente la lampadina.
  4. Quando la lampadina lampeggia, indica già che è stata rilevata dal ponte ed è stata correttamente collegata al nostro sistema.

Connessione lampadina Wi-Fi

Le lampadine Wi-Fi sono un mondo a parte. È vero che li consiglio principalmente per l'illuminazione “ausiliaria”, cioè strisce LED o lampade da accompagnamento, tuttavia non sono sempre le più facili da acquistare. Un punto decisivo da tenere in considerazione per acquisire questi prodotti è il software, anche se ci concentriamo solo sul dispositivo stesso, È importante assicurarci che il software di gestione della lampadina sia compatibile con i nostri assistenti virtuali, ovvero Alexa e Google Home o Alexa e HomeKit.

Non si tratta solo di accendere, spegnere e che siano compatibili, le lampadine RGB ad esempio possono avere numerose opzioni come il cambio colore o la modalità "candela", insomma una buona applicazione e buoni aggiornamenti software sono importanti, per questo Consigliamo quelli di Lifx che qui abbiamo analizzato molto, così come quelli di Xiaomi. Ti consigliamo di esaminare le nostre revisioni delle lampadine Lifx per vedere quanto sono facili da installare e aggiungere ai diversi assistenti virtuali o ai servizi di gestione della casa connessa.

Interruttori intelligenti, l'alternativa ideale

Un lettore ci stava parlando degli switch Wi-Fi. Su questo sito li abbiamo analizzati e sappiamo che sono l'alternativa ideale, tuttavia, non abbiamo posto molta enfasi per un motivo principale: richiedono installazione e conoscenza elettrica. Per utilizzare questi interruttori che vengono semplicemente a sostituire quelli tradizionali che abbiamo in casa, dobbiamo rimuovere quelli che abbiamo, inserirli e collegarli adeguatamente alla rete elettrica. Questo di solito ha problemi come gli interruttori, le diverse fasi e ovviamente il rischio elettrico. Ovviamente conosciamo questa opzione, l'abbiamo analizzata e la consigliamo, ma capiamo che chi la sceglie non ha bisogno di istruzioni.

Articolo correlato:
Koogeek Smart Dimmer, abbiamo esaminato questo interruttore compatibile con HomeKit per rendere la tua casa intelligente

Da parte loro, sono l'opzione migliore perché non necessitano di ristrutturazione, non occupano spazio e ovviamente non si consumano. Con questi interruttori potrai gestire qualsiasi tipo di lampada, anche se se utilizziamo l'illuminazione a LED è importante che abbiano un dimmer o altrimenti lampeggeranno e non potremo regolare l'intensità della luminosità. Sono tanti i brand che offrono questi interruttori e anche semplici adattatori per quelli tradizionali, noi consigliamo Koogeek che è quello che abbiamo testato e conosciamo a fondo, compatibile con Alexa, Google Home e ovviamente Apple HomeKit.

La nostra raccomandazione

Come puoi vedere, la nostra raccomandazione è che prima siamo chiari sul tipo di assistente virtuale. La cosa buona di Alexa è che abbiamo Sonos e altri marchi con cui possiamo integrare completamente l'assistente virtuale. Quindi se hai intenzione di fare tutta la casa puoi optare per gli interruttori intelligenti se hai una conoscenza minima dell'elettricità o del sistema Philips Hue o Ikea Tradfri. Inoltre, le lampadine WiFi possono aiutarti con l'illuminazione ausiliaria con un basso costo di acquisizione e poca configurazione. Speriamo di essere stati in grado di aiutarti e ti ricordiamo che presto ti mostreremo quali sono i nostri consigli per accessori per la casa intelligente come aspirapolvere, altoparlanti, tende e molto altro.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.