Microsoft afferma che Windows 10 non necessita di antivirus

finestre 10

Le applicazioni per impedire che il nostro computer venga infettato da un virus sono presenti sin dai primi anni '90, sebbene i possibili danni che possono causare oggi è lontano da quello che hanno fatto nelle loro origini. Con l'evoluzione della tecnologia, i virus hanno avuto prole sotto forma di malware, spyware e altro ancora.

Avere un antivirus è sempre stato un requisito per tutti gli utenti e solo i più coraggiosi sono entrati in Internet senza alcuna protezione. Windows Defender è arrivato sul mercato mano nella mano con Windows 8, essendo una protezione contro il malware integrato nel sistema, ma aveva molti difetti. Con il rilascio di Windows 10, Windows Defender ha cambiato nome.

Attualmente, Windows Defender Security Center è responsabile della gestione di tutti i file rischi che possono causare qualsiasi tipo di danno alle nostre apparecchiature mentre scarichiamo file da Internet, controlliamo la nostra posta, visitiamo una pagina web ... Ma non è il nome definitivo di questo sistema di protezione nativamente integrato in Windows 10, poiché dall'autunno di quest'anno si chiamerà Windows Security.

In questo modo viene confermato un segreto di Pulcinella, quello Windows 10 integra un antivirus nativo che ci protegge come qualsiasi altro antivirus attualmente disponibile sul mercato, che l'azienda vanta dopo i test di AV-TEST, l'istituto indipendente per la tecnologia informatica.

Secondo questo test, Windows Defender ha ottenuto il punteggio più alto possibile nei test effettuati da AV-TEST relativi alla sicurezza, oltre ad evidenziare soprattutto nel numero di falsi positivi, uno dei principali problemi che abbiamo sempre affrontato con gli antivirus. Nei test delle prestazioni, uno dei grossi problemi dei programmi antivirus, come previsto ed essendo integrati nel sistema, Windows Defender ha ottenuto un punteggio di 5 su 6.

Se il tuo antivirus sta per scadere, potrebbe non è una cattiva idea fidati dell'antivirus nativo offerto da Windows 1st.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.