Il MIT scopre come moltiplicare per 10 la velocità del WiFi

Algoritmo Wifi del MIT

Come utente sarai sicuramente d'accordo con me che, indipendentemente dalla velocità che stipuli con il tuo provider Internet, non è mai abbastanza, abbiamo sempre bisogno di più. Per cercare di rimediare a questo problema, soprattutto negli spazi pubblici, ci sono molti team di ricercatori, anche del MIT, che cercano di raggiungere aumentare il più possibile la velocità di comunicazione dei nostri team.

Uno dei sistemi più utilizzati da qualsiasi utente è il WiFi, proprio uno dei sistemi che risente maggiormente delle interferenze quando deve attraversare muri, oggetti e anche altri dispositivi che utilizzano lo stesso spettro d'onda. D'altra parte, i problemi sono molto maggiori quando, inoltre, utilizziamo questa tecnologia in luoghi in cui sono presenti molti router o dispositivi collegati alla stessa rete WiFi, come centri commerciali, biblioteche, aeroporti ...

Semplicemente utilizzando un nuovo software puoi moltiplicare per 10 la velocità WiFi degli spazi pubblici.

Una delle soluzioni più interessanti appena pubblicate al riguardo ci viene dal CON, Massachusetts Institute of Technology, dove un gruppo di ricercatori è riuscito a scoprire come farlo moltiplicare per dieci la velocità del WiFi nelle aree con molti dispositivi collegati alla stessa rete.

Per questo devi solo fare uso di un nuovo algoritmo chiamato dai suoi sviluppatori come MegaMIMO 2.0. Questo algoritmo, secondo i suoi sviluppatori, garantisce che diversi router collegati alla stessa rete funzionino meglio tra loro, facendo, a sua volta, che i dispositivi che si connettono ad essi attraverso lo stesso canale e spettro d'onda siano meno vulnerabili alle interferenze.

Durante i test effettuati, al momento presso il Laboratorio di Informatica e Intelligenza Artificiale del MIT, è stato possibile moltiplicare la velocità del WiFi di 3.3 volte utilizzando MegaMIMO 2.0. Come commentato Ezzeldin Hussein Hamed, uno dei principali ricercatori del progetto, sfruttando la combinazione di hardware e segnali che si trovano negli spazi pubblici come gli aeroporti, la velocità del WiFi potrebbe essere moltiplicata per dieci.

Per maggiori informazioni: Foosbytes


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.