Phillips e AOC rinnovano il loro impegno per continuare a guidare il mercato dei monitor

Discutere monitor È una questione complicata, soprattutto se si tiene conto dell'evoluzione di questo tipo di mercato nel corso della storia tecnologica. Ed è un mercato che varia molto dipende dall'utente finale. È finita quella di non cambiare mai monitor, di concentrare tutta la "qualità" audiovisiva sulla televisione delle nostre case. Oggi abbiamo monitor per tutti i gusti: monitor per utenti normali, per giocatori, per specialisti del design, per chiunque abbia bisogno di spazio ...

E se ne parliamo Phillips parliamo di qualità. Un'azienda europea che ha saputo farlo molto bene poiché negli ultimi anni ha saputo ampliare la gamma di prodotti per tutte le tipologie di utilizzatore finale, a tal punto da creare l'azienda AOC per il mondo dei giochi, utenti attuali che richiedono di più rispetto ai monitor. Dopo il salto vi racconteremo tutte le novità che provengono dai ragazzi Phillips e AOC per il prossimo anno 2018, un anno in cui il mercato dei monitor continuerà a evolversi a passi da gigante.

Per quanto riguarda il mercato spagnolo, va detto che era nel secondo trimestre del 2013, quando le vendite dei monitor hanno iniziato a crescere. Un mercato che ha deciso di abbandonare i vecchi monitor da 17 pollici o meno, a fare il salto ai monitor da 24 pollici (dimensione attualmente più venduta). Ovviamente la nuova dotazione con grandi processori grafici significa che possiamo andare oltre e il salto a qualcosa di meglio è stato più che necessario.

Phillips: design dell'immagine, qualità e affidabilità

La gamma di Phillips ha saputo concentrarsi sul design dei monitor abbastanza bene. Oggi laptop o desktop hanno un design spettacolare, e il monitor non poteva essere da meno ... Hanno collaborato con lo studio della casa automobilistica Porche per creare design minimalisti dove tutto è integrato nella struttura del monitor, niente più cavi sulla scrivania. Il la qualità dell'immagine è spettacolare e hanno la pretesa di lanciare un infinite dimensioni comprese quelle panoramiche come quello nella foto sopra.

Ma se c'è qualcosa che può farci decidere su un monitor o su un altro, è l'esperienza degli utenti reali. Alla presentazione della nuova gamma abbiamo avuto modo di incontrarci Bnomio, uno dei grafici più acclamati del momento (una delle sue ultime creazioni sono diverse geosticker per Instagram). Bnomio ha evidenziato i colori trasmessi dai monitor Phillips e le loro prestazioni: USB-C integrato in modo che dobbiamo solo collegare un cavo ai nostri computer (Vengono in mente tutte le critiche di una certa azienda per aver concentrato la sua gamma di prodotti per computer su questo USB-C), Web cam protette (possiamo nasconderlo fisicamente a chiunque abbia paura degli hacker) e un numero infinito di funzionalità integrate in fantastici design. E sì, puoi essere calmo, i nuovi monitor Phillips eliminano la luce blu (dannoso per la vista) tramite software e hardware.

AOC AGON: adattare i prodotti ai consumatori più esigenti

Il gioco è di moda, un mercato di utenti che richiedono caratteristiche del monitor in base al videogioco a cui giocano. Attenzione, non stiamo parlando di monitor solo per computer, le console oggi vengono utilizzate anche con i monitor ed è per questo che AOC AGON (la gamma di giochi di AOC) viene fornito con nuove funzionalità come l'incorporazione della tecnologia di Nvidia G-Sync e AMD Freesync. Un miglioramento delle frequenze di aggiornamento del monitor fino a 240 Hz con tempi di risposta di appena 1 ms. Grandi schermi che raggiungono proporzioni panoramiche per i più esigenti.

E come nel caso precedente, Kevin Ariel Alpire Rivero, parte della 1a divisione LVP e-sport Team-Fen2x e campione di Spagna 2016 LoL, ci ha parlato delle esigenze che ha quando sceglie un monitor o un altro: il incredibile frequenza di aggiornamento di AOC AGON, e in particolare il Tecnologia SoftBlue per eliminare la dannosa luce blu soprattutto quando si trascorrono molte ore davanti a un monitor.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.