Queste sono le principali novità che arriveranno dalla mano di Android P

Android P

Come di consueto in questo momento, i ragazzi di Google hanno presentato ufficialmente quella che sarà la prossima versione di Android, Android P, una versione è già disponibile solo in una prima versione di sviluppo per tutti i dispositivi della gamma Google Pixel, come Google Pixel, Pixel XL, Pixel 2 e Pixel 2 XL.

Per ora i ragazzi di Google ci hanno presentato le principali novità che arriveranno dalla mano di Android P a tutti i terminali che vengono aggiornati a questa versione, un aggiornamento che speriamo non richieda lo stesso tempo di Android Oreo attualmente. prendendo per arrivare. Se vuoi sapere cos'è il file principali novità di Android PEcco un breve riassunto.

Posizionamento indoor

Android P offre supporto per WiFi RTT in modo che le applicazioni possano posizionarci all'interno, in modo da mostrarci informazioni più precise su dove si trovano i negozi o centri di interesse con un margine di errore molto inferiore a quello che attualmente ci offre.

L'orologio gira a sinistra dello schermo

Android P

Modifiche ad Android P. la posizione temporale, da destra a sinistra. E poiché il nuovo sistema operativo è ottimizzato per essere compatibile con i dispositivi mobili notch, è più che probabile che nella parte superiore del centro non venga visualizzata alcuna informazione. Le notifiche iniziano a essere visualizzate subito dopo l'ora, dove appariranno fino a 4 icone diverse. Se abbiamo più notifiche in attesa di lettura, verrà visualizzato un punto che quando si fa clic su di esso verranno visualizzate tutte le notifiche in sospeso.

Menu delle impostazioni più colorato

Google ha riorganizzato di nuovo la schermata delle impostazioni di Android. Questa nuova versione di Android ci offre un po 'le opzioni di impostazione più colorato con nuove icone arrotondate. Il layout generale non è praticamente cambiato, facendo sparire le icone nella classica scala di grigi che erano nelle precedenti versioni di Android. Ispirato da Samsung.

Riprogettazione delle impostazioni rapide

L'area delle impostazioni rapide a cui possiamo accedere facendo scorrere il dito verso il basso dalla parte superiore dello schermo, ha ricevuto lievi modifiche, con angoli arrotondati e icone di configurazione che cambia colore quando attivato o diventa grigio quando non è attivato.

Notifiche avanzate

Android P

Se le notifiche su Android sono buone di per sé, Google ha voluto migliorarle, non solo mostrandoci gli ultimi messaggi delle conversazioni che dobbiamo ancora leggere, ma ci propone anche risposte intelligenti in modo da poter rispondere direttamente senza dover fare clic sulla notifica e aprire l'applicazione. Queste notifiche arricchite ci offrono anche le immagini complete, nel caso qualcuno ce le abbia inviate.

Il dock dell'applicazione è di nuovo un dock

Il dock in Android P dove vengono visualizzate le applicazioni che l'utente utilizza di più e la barra di ricerca, ci offre uno sfondo sfocato questo ci aiuterà a distinguerci dal resto del contenuto visualizzato sullo schermo. C'è anche un'icona del microfono a destra della barra di ricerca per un accesso molto più veloce alle ricerche vocali one-touch tramite l'Assistente Google.

Il pulsante di accensione ora ci consente di acquisire schermate

Mentre è vero che alcuni terminali attraverso il loro livello di personalizzazione ci hanno permesso di acquisire screenshot, Android P ci offre nativamente la possibilità di acquisire screenshot tramite il pulsante Home del dispositivo, in modo che non dovremo premere due pulsanti insieme per poter acquisire le acquisizioni, come accade nella maggior parte dei dispositivi. Ma in più, include anche un editor di screenshot, un editor a cui possiamo accedere non appena l'acquisizione viene effettuata tramite la notifica che il dispositivo ci mostrerà.

La barra del volume si sposta a destra ed è verticale

Android P

Sembra che Google abbia preso in simpatia riposizionare alcuni pulsanti di Android Oreo, visto che il controllo del volume è stato un altro che ha visto la sua posizione spostata, questa volta a destra dello schermo, cambiandone anche l'orientamento, essendo ora verticale.

Tutti i controlli del volume offrono un pulsante in basso per silenziare rapidamente il suono corrispondente a ciascuna sezione. Inoltre, saremo anche in grado di farlo disattivare rapidamente l'audio delle chiamate tramite apposito pulsante per questo posto sotto i nuovi controlli di gestione del volume.

Il carattere utilizzato appare in più punti

Android P

Non sappiamo se questa modifica sia intenzionale o se Google voglia iniziare a implementare il font che l'azienda utilizza in tutto il sistema. Questo carattere, chiamato Product Sans sembra essere presente in tutto il sistema, o almeno questo sembra implicarlo è disponibile nella maggior parte delle notifiche di sistema.

Sequenza di sblocco più sicura

Per tutti coloro che continuano a utilizzare la sequenza di sblocco per accedere al proprio dispositivo quando l'impronta digitale non finisce di funzionare, Android P ci offre un sostanziale miglioramento nel funzionamento della sequenza di sblocco, poiché mentre tracciamo la linea che forma la sequenza di sblocco, questa svanisce, ideale per quando lo facciamo in pubblico poiché può sempre esserci qualcuno che guarda e conserva la canzone.

Zoom durante lo scorrimento del testo

via GIPHY

Quando ci spostiamo nel testo che vogliamo modificare, la sua dimensione È ingrandito come se ci mettessimo sopra una lente d'ingrandimento, allo stesso modo che attualmente possiamo trovare sia in iOS che nel livello di personalizzazione degli smartphone Samsung.

Nuove animazioni di sistema

Le animazioni di Android P sono più fluide e danno un senso di profondità e un'esperienza visiva molto più piacevole rispetto alle versioni precedenti di Android. Vediamo se la versione finale li mantiene.

La modalità di risparmio energetico è personalizzabile

Consumo della batteria di Android P.

Una delle richieste degli utenti Android che abbiamo sempre riscontrato nel sistema di risparmio energetico, un sistema di risparmio energetico che ci offre piani diversi che non possiamo adattare alle nostre esigenze. Tuttavia, con Android P, Google ci offre la possibilità di essere in grado di gestire o programmare quando vogliamo che il dispositivo riduca il suo consumo, ideale per quando non siamo molto chiari quando avremo un caricabatterie a portata di mano.

 


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.