Questo potrebbe essere il controller Nintendo NX

Brevetto Nintendo NX

Nintendo Da tempo prepara la sua nuova console, una scommessa che ancora oggi rimane un mistero: il giapponese è geloso del silenzio - temo che la concorrenza le rubi le idee - mentre lei Wii U non finisce di decollare, con vendite di 10.73 milioni di macchine, che lo collocano come il desktop meno riuscito di grande N.

Nel frattempo, a Kyoto continuano con i piani per il loro nuovo sistema di videogiochi, provvisoriamente noto come Nintendo NX, e su cui vi riportiamo le ultime indiscrezioni, che indicherebbero direttamente un controllo ibrido con schermo integrato, come si evince da un brevetto registrato dai giapponesi.

Anche se, facendo un po 'di memoria storica, ricordiamolo Nintendo manopole di controllo rivoluzionate con l'innovazione del traversa inclusi nel loro Gioca e guarda, che è stato successivamente perfezionato nell'accattivante NES o nella macchina Super Nintendo, e precisamente il pad del Cervello della bestia ha introdotto standard come bottoni sulle spalle o la disposizione di tastiera principale a forma di diamante, non dobbiamo dimenticare il comando di Nintendo 64 con stick analogico di serie, né dovremmo trascurare il controverso Wiimote con sensore di movimento - proprio Sony verrebbe a includere questa funzione nel file DualShock 3 prima del suo impatto mediatico e, infine, senza molto successo, abbiamo il controllo del tablet Wii U, vagamente sfruttato.

Beh, a quanto pare il grande N Sarebbe disposto a fare a meno della tastiera principale, lasciando solo due tipi di stick e alcuni grilletti, mentre il resto dei tasti verrebbe incorporato nel touch screen stesso in cui tutto sarebbe integrato, anche variando, a seconda delle esigenze di ogni gioco, la disposizione dei pulsanti virtuali. D'altra parte, sembra che si faccia riferimento anche alla tecnologia free form di Sharp, traducendosi in uno schermo dalle forme curve e forse anche flessibile.

Brevetto Nintendo NX

 

Le qualità di questo dispositivo si adatterebbero con il presunto ibrido di console portatile e desktop che circola da mesi nel mondo. Potrebbe essere così Nintendo NX Era composto da questo pad con comandi touch come una console portatile e da un'unità più grande, la quale attenzione, sebbene sia comunque un mormorio, avrebbe prestazioni tecniche all'altezza di quelle attuali PlayStation 4 y Xbox One, dal momento che Nintendo avrebbe contattato i leader del settore per sviluppare la GPU e la CPU per la sua prossima console, prendendo le distanze dai trend fissati da Wii y Wii U.

E dobbiamo continuare a parlare di più brevetti. Qualche settimana fa è stata registrata un'altra serie di documenti che lo hanno evidenziato Nintendo NX potrebbe avvalersi di una tecnologia modulare, in modo che le sue prestazioni e capacità possano essere aumentate mediante hardware aggiuntivo, a seconda delle esigenze dei giocatori: in altre parole, avremmo un'unità base di serie a cui aggiungere componenti, e avendo in considerazione quanto ti piace Nintendo vendere hardware o periferiche separatamente, non sarebbe molto irragionevole pensare che questo sarebbe uno dei pilastri aziendali NX.

Brevetto Nintendo NX

Ora dobbiamo tornare al mese di febbraio, dove è stato registrato anche un altro brevetto che potrebbe essere relativo alla nuova console di casa Mario. Quel dispositivo non avrebbe un lettore di dischi ottici, ma ospiterebbe un disco rigido interno, un'unità di comunicazione e un processore. Sarà Nintendo Stai pensando di fare il salto nel cloud? La verità è che sarebbe una mossa insolita per un'azienda sempre accusata di essere troppo tradizionale e immobile.

Se mettiamo insieme i pezzi del puzzle Nintendo NX formato da questi brevetti, è possibile che abbiamo un'idea approssimativa di dove andranno gli scatti con il nuovo desktop di grande N, oppure possono essere semplicemente idee o prototipi registrati che spesso non escono mai dalla carta. Dovremo essere attenti alla notizia che il Nintendo ci danno nei prossimi mesi, visto che sembra che questo prossimo 2016 sarà decisivo per il suo futuro, in cui dovrà competere in un mercato dove il marchio PlayStation è ancora una volta sinonimo di videogiochi e lotta per riconquistare la fiducia dei consumatori dopo la delusione di Wii U.

 


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.