Analisi di Ryse: Son of Rome

ryse-figlio-di-roma-1

Lo sviluppo di questo Ryse Ha attraversato varie fasi, per di più, anche attraverso due console e con concetti molto diversi. Inizialmente, era un progetto mirato Xbox 360 con cui si intendeva dimostrarlo Kinect potrebbe ospitare più di giochi semplici o app familiari. Tuttavia, Crytek y Microsoft hanno avuto la saggezza di congelare il programma.

Ed è che ora Ryse: figlio di Roma, arriva come parte della prima line up di Xbox One, trasformato in un grezzo beat'em up e che è una vera sorpresa nella sezione grafica, essendo, senza dubbio, il gioco più colorato delle esclusive con cui la nuova console di Microsoft.

Argomentando, Ryse ci introduce nella pelle di un soldato romano, Marius titus, che ha giurato di difendere l'Impero dalla minaccia barbara. Ma non sarà facile: litigi personali e la debacle dello stesso Impero, marcio da una corruzione velenosa, saranno gli ingredienti che finiranno di condire una storia che di certo non vi farà vibrare di emozione e che funge da scusa per Tito. 'avventure a Roma e in Britannia - e per gli illuminati nella Storia, ti fanno notare che non abbiamo a che fare con fatti adeguatamente documentati.

ryse-figlio-di-roma-2

Per quanto riguarda la meccanica del gioco, è un file sempliciotto e picchiaduro convenzionale in cui dovremo passare attraverso scenari eeccessivamente lineare e con una componente esplorativa pressoché nullaMentre ci facciamo strada tra le ondate di barbari che ci vengono incontro, con scene classiche che possiamo aspettarci in un'ambientazione in questo preciso momento: ci saranno gli assedi o le classiche formazioni di tartarughe.

ryse-figlio-di-roma-3

I controlli sono piuttosto semplici. Nella parte offensiva abbiamo un pulsante per attaccare con l'arma equipaggiata, mentre un altro ci permetterà di spezzare la guardia del nemico. Purtroppo le combo predefinite sono scarse e il più delle volte ci limiteremo a schiacciare il pulsante di attacco intervallando quello per rompere la guardia quando ne avremo bisogno. Nella parte difensiva abbiamo due possibilità: usare lo scudo o schivare, quest'ultima è la più consigliabile, poiché si risparmiano buone distanze e il IA del nemico è troppo prevedibile.

ryse-figlio-di-roma-6

Uno dei punti più criticati del gioco nelle anteprime del gioco negli eventi in cui poteva essere giocato, era l'abuso del QTE. Questi possono essere eseguiti quando i nemici sono indeboliti: in quel momento, quando si attiva il QTE Dobbiamo seguire i comandi mostrati sullo schermo, ma attenzione, non importa se colpiamo o manchiamo, poiché l'esecuzione viene sempre eseguita, ad eccezione dell'ottenimento di un punteggio inferiore o superiore. Nelle prime occasioni, sarà una gioia ricreare noi stessi con la brutalità delle scene, ma quando abbiamo visto esattamente la stessa cosa per alcune ore e abbiamo sopportato orde di nemici - che sono anche poco varia-, il QTE finisce per diventare noioso.

ryse-figlio-di-roma-4

Tecnicamente, senza dubbio di alcun tipo, questo Ryse: Son of Rome è lo spettacolo più bello su Xbox One al suo debutto mondiale. Abbiamo ricreato molto bene gli scenari, numerosi personaggi sullo schermo, gli effetti di luce e particelle sono sorprendenti, le animazioni facciali sono convincenti e le battaglie hanno un discreto successo. Tuttavia, bisogna tenere conto che alcune texture potrebbero scontrarsi con il resto, qualche bug tipico dei corpi fluttuanti o che il gioco gira a 900p, tenendone alcuni 30 fps stabile nella maggior parte del tempo. Ho anche perso dettagli come danni e macchie di sangue sull'armatura.

ryse-figlio-di-roma-5

Uno dei punti oscuri del programma è il suo breve durata in modalità campagna, Di chiodi cinque ore per completare il file 8 episodi di cui è composto. Ed è un lavoro ingrato, perché il modo multiplayer Non si fa davvero appassionare a causa della sua semplicità e mancanza di incentivi a lanciare più dei giochi equi per rendersi conto che il potenziale del gioco risiede davvero in una modalità campagna che, purtroppo e come ho detto, è breve.

ryse multigiocatore

L'argomento dei forum che lo afferma Crytek tecnicamente eccezionale ma non può gestire solide meccaniche di gioco, in questo si personifica Ryse: figlio di Roma. A livello argomentativo, non ha momenti di vero climax, il gameplay è abbastanza semplice e ripetitivo, cinque ore di campagna sono poche e la modalità multiplayer ha una presenza quasi aneddotica. L'altra faccia della medaglia è una sezione grafica che segna davvero un salto generazionale nelle console ed è un primo campione di ciò che le nuove macchine dovrebbero dare di se stesse in futuro.

Una produzione di questo calibro avrebbe dovuto prendersi più cura del suo gameplay. Come per il resto dei giochi Xbox One che ho avuto modo di analizzare, ho la sensazione che si tratti di programmi che hanno impiegato più tempo per terminare la lucidatura. Senza andare oltre il cespuglio, posso solo consigliare Ryse: figlio di Roma a coloro che sono in grado di trascurare le sue limitate possibilità di gioco e la sua breve durata, e al resto dei giocatori, avvertirli che il gameplay, la durata e la grafica non sono stati combinati correttamente.

NOTA FINALE MVJ 5.5


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.