Sydney Apple Store sfrattato dalla minaccia di una bomba

Non è la prima volta che un Apple Store è costretto a chiudere temporaneamente a causa di un avviso di bomba, avviso che costringe l'azienda a chiudere temporaneamente lo stabilimento fino a quando la polizia e gli artificieri non verificano che non vi sia pericolo e che l'avviso ha è stato un brutto scherzo. Prima della fine dello scorso anno, un negozio a Birmingham, nel Regno Unito, ha subito una tale minaccia. Il Giappone era stato in precedenza l'obiettivo di tali minacce. L'ultimo Apple Store La vittima di questo tipo di falsa barzelletta è stata quella che si trova in George Street, a Sydney.

Fortunatamente per tutti i clienti e gli utenti dell'Apple Store si è trattato di un falso allarme, un falso allarme confermato dagli artificieri della città. Non appena viene ricevuto l'avviso di bomba, sia l'Apple Store che tutte le attività commerciali situate intorno ad esso sono state sfrattate. Tutte le urne nella zona saranno chiuse dalle 13:30 alle 14:00, ora in cui si è conclusa l'ispezione della polizia sia nell'Apple Store che nei dintorni. La polizia sostiene di aver aperto un'indagine per cercare di trovare i responsabili di questo crimine.

Facciamo eco soprattutto a questa notizia, perché è legata alla tecnologia, ma purtroppo ogni settimana ci sono molti centri commerciali e altri tipi di stabilimenti con grande afflusso di persone che ricevono questi tipi di minacce. L'anno scorso, anche la sede centrale di Apple a Cork, in Irlanda, è stata colpita da una minaccia simile.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.