Tocca due volte per sbloccare il Mac con Knock

Che ne dici di dover sbloccare il Mac con Knock? forse per molte persone questo non ha alcun senso perché non sanno cosa stiamo veramente cercando di menzionare. Knock, oltre ad essere un'applicazione dedicata per dispositivi e apparecchiature Apple, il nome si riferisce a ciò che l'utente deve praticamente fare, ovvero dover toccare (se lo traduciamo in spagnolo).

In altre parole, per sblocca il Mac Con Knock, un utente deve avere in mano 2 computer, uno dei quali è il personal computer Mac e anche un dispositivo mobile con iOS, dovendo utilizzare quest'ultimo per poter disabilitare la password di accesso per il primo.

Come sbloccare il tuo Mac con Knock

Il video che abbiamo inserito nella parte alta indica il tutto, dove si può ammirare un utente (normale) che si avvicina al suo personal computer Mac, che dopo pochi secondi (nella prima parte della scena) batte due volte qualcosa in una delle sue tasche. Successivamente (nella seconda parte della scena) si può vedere che quello che aveva in tasca era in realtà un dispositivo mobile iOS, cioè un iPhone. Qui è dove sta la chiave di tutto, poiché per sblocca il Mac Con Knock è fondamentale effettuare un doppio tap sullo schermo del dispositivo mobile con iOS (che potrebbe essere anche il cellulare iPhone o un tablet iPad) in modo che automaticamente, questa azione venga interpretata come un comando wireless diretto verso il computer con Mac. Lì la schermata di blocco scomparirà senza dover inserire la password (situazione a favore di che nessuno ci veda digitarlo e provare a decifrarlo più tardi).

Bussa per Mac iOS

ma, Quale configurazione dovrebbe essere eseguita sui computer Apple? Quindi puoi arrivare a sblocca il Mac Con Knock devi prima scaricare lo strumento, che viene pagato (appena 3,59 euro), con il quale ti verranno offerti 2 file, uno da installare sul tuo personal computer e un altro dispositivo mobile.

Sincronizza i computer per sbloccare il Mac con Knock

Sia l'applicazione che installate sul personal computer Mac sia la parte di essa che andrebbe sul dispositivo mobile con iOS verrà successivamente sincronizzata in modalità wireless, essendo necessario che questa abbia il Bluetooth 4.0, situazione che potrebbe lasciare da parte alcuni dispositivi e Modelli; Quest'ultimo che abbiamo menzionato è un grande vantaggio, poiché la tecnologia Bluetooth 4.0 ha un basso consumo energetico, quindi quando sblocca il Mac con bussare, la batteria del tuo dispositivo mobile non prova un grande affetto.

Bussa per Mac iOS 01

Ad ogni modo, per avere un miglior riferimento sulla compatibilità di questa applicazione con i diversi modelli offerti da Apple (e dallo sviluppatore di questo strumento), menzioneremo di seguito quei modelli con cui lo strumento è stato testato:

  • MacBook Air 2011 e versioni successive
  • MacBook Pro 2012 e versioni successive
  • iMac 2012 e versioni successive
  • Mac mini 2012 e versioni successive
  • Mac Pro 2013 e versioni successive

L'elenco di cui sopra si riferisce solo ai computer Mac e dovrebbe essere aggiunto ad esso ai modelli di telefoni cellulari Apple compatibili con lo strumento. Questi Praticamente vanno da iPhone 4s in poi, che suggerisce i modelli più recenti proposti dall'azienda, ovvero l'iPhone 5s e l'iPhone 5C; Se parliamo di un iPad, la maggior parte delle versioni sono compatibili con lo strumento (solo Wi-Fi, o Wi-Fi con un telefono cellulare), anche se dobbiamo tenere conto di quei modelli che vanno dalla terza generazione in poi.

Un'altra domanda che tendono a porsi coloro che stanno per acquisire questa applicazione è Cosa succede se perdo il mio iPhone? Il fatto che non abbiamo più un iPhone nelle nostre mani (a causa di una perdita temporanea o permanente) costringerà l'utente del computer Mac a inserire la password di sblocco nel modo tradizionale (digitandola) sul proprio computer e successivamente, a disabilitare il servizio di sincronizzazione che sarebbe stato eseguito in precedenza.

Maggiori informazioni - Individua e rimuovi in ​​modo sicuro le password in Firefox


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.