USB 3.2 consentirà il trasferimento dei dati a una velocità di 20 Gbps

3.2 USB

Come utenti oggi siamo fortunati da ieri il Gruppo promotore USB 3.0 ha annunciato la specifica 3.2 USB, un nuovo aggiornamento dello standard che governa le capacità dei nostri dispositivi USB che, come novità principale, consentirà di aumentare notevolmente la velocità con cui un file può essere trasferito da un'unità all'altra.

Prima di continuare, ti dico che il gruppo promotore USB 3.0 non è altro che un file organizzazione senza spirito di profitto fondata da un gruppo di aziende che si sono dedicate allo sviluppo della specifica Universal Serial Bus. sito ufficialeQuesta azienda sembra essere stata creata per fornire un'organizzazione e un forum di supporto in cui le persone lavorano per far progredire e adottare la tecnologia alla base delle specifiche USB.

Porte USB

Lo standard USB 3.2 promette una velocità massima di trasferimento file di 20 Gbps

Continuando con la nuova specifica USB 3.2 troviamo, come dicevamo nelle righe superiori, che la caratteristica principale e più eclatante è che ora possono essere utilizzate due tracce da 5 o 10 Gbps, che consentiranno di raggiungere una velocità massima di trasferimento file prossima a 20 Gbps.

Tuttavia, questa nuova specifica ha ancora molta strada da fare da quando, dopo essere stata proposta, questa deve essere accettato dall'USB Implementers Forum Deve decidere se supportare o meno questa evoluzione in modo che i dispositivi futuri con connettori USB-C possano avere questa capacità. Proprio a causa di questo processo con il quale l'USB Implementers Forum deve certificare e convalidare questa evoluzione dello standard, non si prevede che possa raggiungere il mercato fino al 2019.

usb-C

I primi dispositivi, cavi e periferiche USB 3.2 potrebbero arrivare sul mercato nel 2019

Grazie alla cosiddetta USB 3.2, non solo è possibile inviare file da un dispositivo a un altro a una velocità molto superiore a quella attuale, ma anche ti permetterà di sfruttare cavi certificati come SuperSpeed ​​USB 10 Gbps che oggi sono già pronti a offrire queste elevate velocità di trasferimento.

Dobbiamo tenere presente che, sebbene possa sembrare il contrario, per il momento poter inviare file tramite USB ad una velocità di 20 Gbps è qualcosa di letteralmente impossibile visto che, allo stato attuale, gli standard pubblicati e su quello che i diversi produttori stanno lavorando su non lo consentono, un chiaro esempio è che le specifiche USB 3.1 Gen 1 hanno una velocità di trasferimento fino a 5 Gbps mentre USB 3.1 Gen 2 porta questa cifra a 10 Gbps, velocità che possono ancora essere troppo lontane dalla velocità di trasferimento offerta da lo standard di Thunderbolt 3 che, come promemoria, si trova in 40 Gbps.

USB-C Apple

Ancora una volta, l'utente finale dovrà prestare particolare attenzione allo standard di ciascuna delle sue periferiche

Come previsto, tutte queste nuove funzionalità, sebbene rappresentino un nuovo miglioramento per gli utenti, hanno anche il loro lato negativo e, questa volta, sarà per gli utenti che avranno, ancora una volta, quello prestare molta attenzione al tipo di cavo o collegamento delle periferiche Poiché a seconda dello standard che ciascuno ha, può darsi che la velocità massima in termini di trasferimento dei dati tra un computer e l'altro ne risenta.

A questo punto è chiaro che dobbiamo tener conto, soprattutto per assicurarci che le nostre apparecchiature funzionino a quei 20 Gbps, una volta raggiunti, che sia il computer che la periferica e il cavo che collega entrambi, Conforme alle specifiche USB 3.2 poiché, se uno di loro non è omologato con esso, la velocità, a seconda dello standard, può essere molto inferiore.

Senza dubbio, bisogna riconoscere che, nonostante gli sforzi per continuare ad avanzare, USB-C è diventato un grande mal di testa per gli utenti poiché, con esso, è possibile utilizzare le diverse interfacce che abbiamo a disposizione come Thunderbolt 3 o qualsiasi standard da USB 2.0. Problema che la comunità, le organizzazioni e i produttori dovrebbero lavorare all'unisono.

Per maggiori informazioni: CNET


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Un commento, lascia il tuo

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.

  1.   Ruddy Jorrell Vidal suddetto

    E così se i cellulari portano a malapena 32 GB di memoria interna