La VHS è definitivamente morta, dì addio

vhs-png

Il VHS, meglio conosciuto come "Beta Killer", è morto di vecchiaia. In questa nota vogliamo ricordare quella cartuccia di plastica con nastro magnetico che tanti bei momenti ci ha regalato. La VHS ha dichiarato ufficialmente la sua morte in questi giorni con la scomparsa dell'ultima azienda che ha continuato a produrre questi fantastici dispositivi riproduttivi Chi non ne ha avuto uno o più in casa? Era il sistema di intrattenimento multimediale più popolare dell'epoca e non mancavano i film da acquistare. Tuttavia, l'era digitale (prima il DVD) e lo streaming hanno finito per ucciderlo. Riposa in pace la VHS.

Funai Electronics era un'azienda che vendeva questi dispositivi dal 1983 e ha ufficialmente smesso di farlo. Non è più l'ultima azienda al mondo che ha continuato a produrre questi dispositivi, è finita. Il sitoweb Nikkei ha riferito che Funai Electronics ha appena ufficialmente terminato la produzione dell'ultimo VHS sul mercato. Questa azienda produceva non solo lettori, ma anche registratori. Appaltato da Sharp, Tosiba, Denon e Sanyo stessi, popolari marchi VHS dell'era passata. Questo formato audiovisivo è stato considerato obsoleto per molto tempo, ma c'era ancora questa piccola scappatoia in Funai Electronics, una società giapponese che ha terminato l'attività.

Questa azienda ha prodotto 15 milioni di lettori VHS all'anno nel periodo più inclusivo, anche se questa cifra è stata drasticamente ridotta a 750.000 unità nel 2015 (che non è così poco, Windows Phone vende lo stesso o meno). Il motivo principale per interrompere la loro produzione è stata la mancanza di componenti per la loro costruzione. Non neghiamo che ci sarà ancora richiesta per questi dispositivi, ma dovremo riparare quelli difettosi se vogliamo continuare a riprodurre presto VHS. Il formato VHS (Video Home System) è stato lanciato nel 1976, di proprietà di JVC, rivaleggiando con Betamax di Sony, e si è affermato come formato commerciale per autonomia.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.