Lunga vita all'iPod Nano e Shuffle, Apple smette di commercializzarli

Attualmente la musica in streaming è ciò che viene trasportato e ciò che ha più futuro nelle diverse forme di consumo musicale. Apple ha iniziato a rendersi conto che il formato di vendita di musica era in declino molto prima di acquistare Beats Music e successivamente lanciare Apple Music. Sia Apple Music che Spotify e altri servizi di musica in streaming ci consentono di scaricare musica per riprodurla senza la necessità di una connessione Internet e senza dover sincronizzare il nostro dispositivo con iTunes per avere le nostre canzoni preferite a portata di mano. In questa nuova cornice iPod Nano e iPod Shuffel non avevano posto e infine Apple ha deciso di ritirarli definitivamente dalla vendita.

Secondo Apple, la società sta semplificando gli attuali modelli di iPod lasciando in vendita solo l'iPod touch, una mossa logica poiché ha una connessione Internet e ci consente di scaricare la nostra musica preferita da qualsiasi servizio di musica in streaming a cui siamo abbonati. A proposito, l'azienda con sede a Cupertino ha aggiornato le capacità di questo dispositivo continuando a offrire una versione da 32 GB per 229 euro e una versione da 128 GB per 339 euro.

In questo modo scompare il modello da 16 GB, un modello diventato obsoleto negli ultimi anni per mancanza di spazio, non solo per la musica, ma anche per poter archiviare principalmente i giochi. Sia l'iPod Shuffle che l'iPod Nano non ricevevano aggiornamenti da 5 anni e apparentemente non hanno trovato alcuna opzione fattibile per fornire a questi dispositivi una maggiore versatilità consentendo loro di connettersi a Internet e scaricare la loro musica preferita dai servizi di streaming musicale.

Anche l'Apple Watch ti consente di scaricare la tua musica preferita e portarla con te mentre andiamo a correre senza dover portare l'iPhone sulle spalle, quindi è anche un movimento rivolto agli utenti che sono interessati all'acquisto di uno qualsiasi di questi modelli sono incoraggiati subito e acquistano un Apple Watch, se oggi non l'hanno ancora fatto.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.