WhatsApp vuole evitare lo SPAM sulla sua piattaforma di messaggistica

Questa è la nuova truffa di WhatsApp con cui verranno rubati i tuoi dati

Sicuramente la maggior parte di voi ha ricevuto da quando si utilizza WhatsApp, soprattutto negli ultimi due anni, qualche catena in cui sei stato spinto a condividere in modo massiccio un messaggio Attraverso i tuoi contatti, al fine di evitare che WhatsApp smetta di funzionare, diventando un'applicazione di pagamento o con messaggi che ci costringono a premere e pagare per continuare a utilizzare la piattaforma di messaggistica.

La piattaforma di messaggistica WhatsApp è diventata il principale metodo di comunicazione per molti utenti, alcuni dei quali dipendono quasi esclusivamente da esso e ogni volta che cade il servizio gridano al cielo. Gli spammer che si dedicano all'invio di questo tipo di messaggi, approfittano della paranoia di alcuni utenti per essere costretti a smettere di usarlo e condividere qualsiasi messaggio di questo tipo tra i propri contatti.

Più tardi del solito, qualcosa che di solito è qualcosa di comune in WhatsApp, sembra che finalmente si siano resi conto che questi tipi di messaggi l'unica cosa che possono ottenere è che alcuni ignari cadono nella trappola e pagare una terza parte per continuare a utilizzare la piattaforma, per fare un esempio in cui il denaro ha qualcosa a che fare con questo. WhatsApp ha già diversi filtri che in teoria hanno il compito di filtrare i messaggi che vengono inoltrati in molte occasioni, filtri che hanno il compito di eliminare questo tipo di messaggi in modo che smettano di circolare sulla rete. Ma sembra che non sia abbastanza e vuole che scompaiano il prima possibile.

Attualmente, WhatsApp ci permette di inoltrare fino a 30 messaggi insieme a 25 dei nostri contatti. Se superiamo tale numero, l'applicazione ci avverte che abbiamo condiviso quel messaggio troppe volte, ma non ci offre alcuna limitazione al riguardo. La piattaforma di messaggistica, ricorda che se vogliamo condividere i messaggi in modo massiccio, facciamo uso delle liste di distribuzione, liste di distribuzione a cui gli spammer non hanno accesso, poiché ricevono solo messaggi inviati attraverso questo percorso, persone che hanno il mittente numero di telefono memorizzato


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.