Huawei Mate 10 e Mate 10 Pro aggiungeranno lo sblocco facciale

Huawei continua a portare il meglio della tecnologia sui suoi dispositivi e in questo caso abbiamo l'arrivo di un aggiornamento per Huawei Mate 10 e Mate 10 Pro in cui verrà implementato. sblocco facciale.

Questo nuovo aggiornamento software sulla serie Huawei Mate 10 incorporerà in remoto la tecnologia di riconoscimento facciale nei due dispositivi. Questo software è stato inizialmente creato per la famiglia P20 ma ora è disponibile sia in Huawei Mate 10 come nel Mate 10 Pro.

Lo sblocco col sorriso si aggiunge al sensore di impronte digitali e alla password

Ovviamente si tratta di un aggiornamento per migliorare il sistema di sblocco e quindi il sensore di impronte digitali e la password continueranno ad essere completamente accessibili su questi Huawei P10 e P10 Pro. Il sistema di riconoscimento facciale di Huawei cattura velocemente il volto, fornendo una migliore esperienza utente durante lo sblocco del dispositivo.

Questa modalità di sblocco ha una capacità di rilevamento 2D in tempo reale per garantire che non possa essere sbloccata da foto o da uno schermo come abbiamo visto nei primi sensori incorporati in alcune società al di fuori di Apple. Il nuovo aggiornamento arriverà tramite OTA ed è già disponibile per i dispositivi gratuiti, il resto dei dispositivi ottenuti tramite l'operatore impiegherà un po 'più di tempo per ricevere l'aggiornamento, ma tutto verrà eventualmente aggiornato.

Utilizzo del sensore facciale su Huawei P10 e P10 Pro

La modalità di utilizzo è davvero semplice e dopo aver aggiornato il software del dispositivo, avremo la possibilità di attivare lo sblocco facciale nel sottomenù che troverete sotto il nome di "Sicurezza e privacy". La prima volta che accediamo ci verrà chiesto di scattare una foto per creare il profilo del viso. Una volta completato il processo, potremo scegliere tra due forme di sblocco facciale: "Sblocco diretto" e "Scorri per sbloccare". Il primo sbloccherà automaticamente lo schermo del cellulare quando lo schermo è acceso, riconoscendo il viso dell'utente, e il secondo chiederà agli utenti di eseguire un gesto di scorrimento una volta riconosciuto il viso.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.