Windows 10 presentava più vulnerabilità rispetto a Windows 7 l'anno scorso

Lo scorso anno Microsoft ha corretto un numero di falle di sicurezza maggiore rispetto al 2015, e dove Internet Explorer e Windows 10 sono i principali protagonisti della festa. Nello specifico, lo studio ci mostra che lo scorso anno Microsoft ha rilevato un totale di 729 vulnerabilità nel proprio software, 26 in più rispetto a quelle rilevate nel 2015. Un aumento che ti fa pensare, soprattutto perché si tratta di quasi il doppio delle vulnerabilità rilevate nel 2014, vulnerabilità e falle di sicurezza che ammontano a un totale di 383. Questa ricerca afferma che Internet Explorer continua ad essere la principale fonte di problemi non solo per Microsoft ma anche per gli utenti se parliamo di sicurezza.

Se ci concentriamo sui diversi sistemi operativi e / o applicazioni Microsoft, Internet Explorer è in cima alla lista con 1.261 difetti, battendo il record assoluto per l'azienda. Al secondo posto troviamo Windows 10, di cui sono state rilevate 705 vulnerabilità. In terza posizione c'è Windows Server 2012 con 660 e in quarta posizione troviamo Windows 7 con 647 problemi di sicurezza. Windows Vista, con 621 vulnerabilità, è in quinta posizione.

Nonostante il fatto che il numero di vulnerabilità in Windows 10 possa essere aumentato, questo studio afferma che non significa necessariamente che il sistema operativo più recente sia meno sicuro dei suoi predecessori, poiché la maggior parte delle vulnerabilità sono state segnalate privatamente a Microsoft e sono stati resi pubblici una volta risolti, in modo che gli utenti non fossero esposti durante il processo.

Microsoft sta prestando particolare attenzione nell'eliminare le vulnerabilità di dero day, quelli attualmente disponibili e di cui l'azienda non è a conoscenza, che possono causare in qualsiasi momento un serio problema di sicurezza. Questi tipi di vulnerabilità sono quelli che offrono i premi più economici agli utenti che li trovano, non solo dall'azienda interessata ma anche dalle aziende che si dedicano al trading con questo tipo di informazioni per usi non etici.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.