Diamo uno sguardo allo stato di avanzamento del Progetto Spartan

spartano

Il tempo passa e Windows 10 sta mostrando i suoi vantaggi, a goccia, sì, dovremo aspettare ancora fino alle versioni finali per vedere il suo pieno potenziale. Oggi ne vogliamo parlare specificamente Progetto Spartan, o che è lo stesso, il browser con cui Microsoft vuole pulire la cattiva immagine che ha Internet Explorer e lanciarsi direttamente per competere con grandi nomi come Google Chrome e Mozilla Firefox.

Dopo un po 'con finestre 10 Tra di noi sotto forma di tecnica precedente (per sviluppatori) è tempo di vedere dove stanno andando i ragazzi di Redmond, in questo articolo esamineremo lo stato attuale (pubblico) di Spartan e le sue funzioni più caratteristiche.

Prima di tutto voglio parlarvi del design, e come vediamo si adatta all'estetica semplicistica e semplice di Windows 8, un'estetica che in Windows 10 è spinta un ulteriore passo avanti, in Spartan i pulsanti sono basilari e necessari, ci troviamo con la tipica barra di ricerca unificata, dove possiamo scrivere sia URL che ricerche; i pulsanti di controllo della pagina (pagina precedente, pagina successiva, ricarica); le schede di navigazione e un altro paio di pulsanti con funzioni come la modalità di lettura o scrittura nelle pagine web che ora commenteremo.

Progetto Spartan

Caratteristiche che fanno risaltare Spartan su Internet Explorer

In Spartan ora abbiamo funzioni che Internet Explorer non ha in modo nativo, ti creiamo una raccolta:

Modalità di lettura: Con questa funzione (presente da alcuni anni in altri browser come Safari) possiamo leggere più comodamente le pagine web, selezionare il relativo contenuto o "corpo" della pagina e presentarcelo su uno sfondo bianco e senza distrazioni in modo che possiamo esercitarci a leggerlo senza grandi disagi.

Scrivere su pagine web: Questa modalità ci permette di congelare la pagina web per disegnarla, scriverla o anche modificarla, ad esempio per poterla condividere in seguito o evidenziare qualcosa a chi ti circonda.

Cortana: L'assistente virtuale Microsoft è presente in questo browser, Cortana ci aiuterà dalla barra degli indirizzi offrendoci suggerimenti basati sulla loro conoscenza di noi e aiutandoci anche a ottenere maggiori informazioni su ciò che abbiamo selezionato (nel caso di selezione del nome di un ristorante, Cortana ti mostrerà i dati relativi a questo sul lato, come il tuo numero di telefono).

Previsione e precaricamento di pagine web: Questo nuovo browser proverà a prevedere il prossimo web che visiteremo e caricherà e scaricherà parzialmente il suo contenuto mentre siamo ancora sul web precedente, in questo modo la nostra esperienza di navigazione sarà migliorata grazie alla maggiore velocità durante il caricamento delle pagine web . Questa, tuttavia, è una funzione che esiste anche in altri browser come Opera, dove durante la ricerca nel browser precarica i migliori risultati.

Filtro SmartScreen: Qualcosa che in Windows 8 abbiamo già a livello di sistema, una barriera di sicurezza che protegge il nostro sistema da file pericolosi impedendone l'esecuzione, questa misura di protezione sarà integrata nel browser per evitare di cadere in pagine dannose e persino di scaricare ed eseguire file infetti o file di rischio.

Adobe Flash Player: Una mossa interessante di Microsoft, Flash Player è un plugin ben noto per la sua reputazione legata alla sicurezza (negativa) e per far sì che i siti web caricino contenuti troppo pesanti e rallentino; In Spartan possiamo disabilitarlo individualmente sulle pagine che vogliamo, in questo modo possiamo velocizzare il caricamento delle pagine web che vogliamo e anche proteggerci dalle possibili minacce che utilizzano questo software.

Conclusione

Il nuovo browser di Microsoft ha molti obiettivi da superare, per essere al livello di Google Chrome e Mozilla Firefox deve progredire più velocemente e includere alcune funzioni in grado di attrarre nuovi utenti, utenti che essendo già stabiliti in un browser stabile non cambieranno. A Microsoft per il semplice fatto che si tratti di nuovi utenti che richiedono nuove funzioni o almeno il sostanziale miglioramento di quelle esistenti.

In generale, le prestazioni di Spartan nella precedente versione tecnica sono accettabili, niente di speciale, e abbastanza stabili, anche se se ne segnalano le chiusure occasionali e soprattutto quando si utilizza la funzione "scrittura su pagine web". È stato anche verificato che per ora il browser non ha il supporto per le estensioni, cosa che ne impedirà la personalizzazione (sebbene lo renda positivamente più sicuro disabilitando qualsiasi suo software dall'essere collegato ad esso). Fortunatamente, Microsoft ha ancora tempo per perfezionare, lucidare e risolvere tutti questi bug e carenze, una volta che Windows 10 sarà lanciato ufficialmente ci occuperemo di una revisione completa di Spartan per vedere come si è evoluto e quali opzioni ha di fronte al suo già concorrenti affermati e duri.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.