L'iPhone 8 eliminerà il pulsante Home e il sensore di impronte digitali integrato

Quando mancano ancora 5 mesi ai ragazzi di Cupertino per presentare ufficialmente quello che sarà il decimo anniversario dell'iPhone, molte sono le indiscrezioni che vengono continuamente alla luce da diverse fonti. Da un lato troviamo le tipiche indiscrezioni che provengono dal presunte linee di assemblaggio per un terminale che non arriverà in produzione per alcuni mesi. D'altra parte abbiamo le previsioni che fanno gli analisti. Ming-Chi Kuo è uno degli analisti che ha un alto tasso di successo quando parla dei prossimi modelli che Apple lancerà sul mercato, anche se, va detto, a volte sbaglia anche lui e di gran lunga.

iPhone 8 senza Touch ID

Secondo questo analista, il prossimo iPhone 8 sarà l'edizione speciale del prodotto di punta dell'azienda. Un terminale che ci offrirà una proporzione dello schermo di quasi il 90%. L'iPhone 8 avrebbe uno schermo da 5,8 pollici curvo su entrambi i lati, il che consentirebbe praticamente di offrire un terminale più grande in un dispositivo delle stesse dimensioni dell'iPhone da 4,7 pollici. Ma dei 5,8 pollici, solo 5,15 sarebbero utili, scontando i lati e la parte inferiore dello schermo, dedicati a determinate funzioni del sistema. La mancanza del Touch ID costringerebbe Apple a integrare il vociferato scanner dell'iride (come il Galaxy Note 7), che secondo alcuni esperti offre molta più sicurezza dell'impronta digitale.

Sembra che Apple farebbe lo stesso di Sony sui modelli Xperia Z, utilizzando una parte dello schermo inferiore per fornire collegamenti ai pulsanti di sistema invece di metterli fuori. All'inizio è abbastanza fastidioso che tu non possa premere direttamente sui pulsanti fisici o tattili perché non li hai in vista, ma come utente di una Z3, alla fine ti ci abitui, ma devo ammettere che lo è non facile. Il pulsante Home su iPhone è ancora essenziale nella quotidianità del nostro iPhone, soprattutto quando dobbiamo riavviare il nostro dispositivo perché è stato bloccato, non risponde ... quindi la sua scomparsa potrebbe costringere Apple ad aggiungere un nuovo pulsante sul dispositivo o modificare la modifica la combinazione di tasti richiesta per riavviare il terminale.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.