La prima nave interstellare sta già volando nello spazio

nave interstellare

Non è la prima volta che parliamo su ActualidadGadget dell'interesse che molti ricercatori e appassionati dei viaggi spaziali hanno su come gli esseri umani possono raggiungere altri pianeti. L'idea che ha questo gruppo è proprio quella di lavorare e trovare diversi percorsi di esplorazione a chi segue le diverse agenzie spaziali del mondo, dimostrando così che un'altra mentalità è possibile.

Bisogna riconoscere che uno dei grandi desideri dell'essere umano, almeno da quando abbiamo uso della memoria e le storie passano dai genitori ai figli, è proprio quello di poter viaggiare tra le stelle, idea che ha dato origine a tanti studi, innumerevoli libri e film e persino videogiochi. Fino ad ora un'idea molto lontana per gli esseri umani, almeno fino a quando la scienza non è avanzata ai giorni nostri permettendo idee diverse può diventare realtà.

nave interstellare

Breakthorugh, un gruppo di scienziati in grado di esplorare l'Universo in modi alternativi

Con questo in mente, è molto più semplice capire cosa stanno facendo un gruppo di ricercatori indipendenti e tutti i tipi di persone con conoscenze e interessi comuni in questo tipo di progresso tecnologico. Grazie a questo, qualcosa come circa un anno fa abbiamo imparato a conoscere la creazione Breakthrough, associazione che dopo tutto questo tempo ha appena annunciato di aver finalmente raggiunto il proprio obiettivo.

Ora, prima di proseguire, confessa che non stiamo parlando di un gruppo con fondi sufficienti per progettare e soprattutto realizzare una nave in grado di trasportare al suo interno un gruppo più grande o solo piccolo di persone, questo sarebbe troppo complicato e purtroppo la tecnologia non lo renderebbe possibile, almeno per ora come hanno già commentato alcune voci capaci di rappresentare Breakthrough.

patata fritta

Sprite, una nave interstellare di soli 3,5 centimetri di diametro e 4 grammi di peso

Entrando un po 'più in dettaglio, a quanto pare la giornata 23 giugno di quest'anno 2017, il gruppo di ricerca è riuscito a lanciare nello spazio quello che loro stessi hanno chiamato il loro primo lotto sperimentale composto da non meno di sei unità di questa nuova classe di veicoli spaziali interstellari. Queste sei unità sono state battezzate con il nome di Sprites e si distinguono per avere una dimensione di soli 3,5 centimetri di diametro, che permette loro di standardizzare un peso di soli quattro grammi circa.

La cosa più interessante di tutto questo, quindi sono stati chiamati dal gruppo di ricercatori come una nuova generazione di veicoli spaziali interstellari, è che grazie alla miniaturizzazione dei componenti, i ricercatori e gli ingegneri dietro questo sviluppo sono riusciti a integrarsi e lasciare spazio per un'antenna, un processore e alcuni minuscoli sensori incaricato di prendere le misurazioni riguardanti lo stato e la situazione dello Sprite.

Stelle

Queste navi dovrebbero essere in grado di raggiungere Alpha Centauri in soli 20 anni.

L'obiettivo principale di questo progetto è lanciare migliaia di queste astronavi verso Alpha Centauri, nel caso non lo sapessi, ne parliamo sistema interstellare più vicino al nostro. L'idea alla base di questo progetto è molto semplice, se riusciamo a creare macchine davvero piccole, potremmo raggiungere i diversi angoli dell'universo molto più velocemente e in modo molto più semplice.

Per quanto riguarda il progetto in sé, come hanno commentato i suoi responsabili, il suo avvio è stato un successo e queste navi sono già operative. L'obiettivo di questi è che ognuno di loro possa viaggiare verso un velocità massima di circa 60.000 chilometri orari e che, una volta raggiunto Alpha Centauri, potranno continuare a inviare dati al nostro pianeta.

Secondo i calcoli effettuati dai responsabili di questo progetto, sembra che dovremo ancora aspettare circa 20 anni prima che queste navi possano raggiungere Alpha Centauri. Rispetto alla tecnologia attuale, ti dico che, in caso di lancio di un razzo, dovremmo aspettare circa 100 anni.

Per maggiori informazioni: Geek


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Un commento, lascia il tuo

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.

  1.   Tom suddetto

    Con le navi attuali e ad una velocità di 60000 km / h ci vorrebbero circa 70000 anni per raggiungere Alpha Centauri.