Mango etichetta Wallapop come il mercato per i suoi prodotti rubati

Wallapop

Wallapop ritorna nell'epicentro dell'informazione, e ancora una volta è dovuto alla dubbia moralità di gran parte dei suoi utenti. Ed è che il fatto di trovare prodotti di dubbia provenienza legale in Wallapop non è esattamente complicato, infatti, è il luogo preferito dai ladri per pubblicizzare il contenuto del loro bottino e sbarazzarsene rapidamente. Poi c'è chi contratta per il 25% del valore reale, ma queste tipologie di persone meritano un'analisi psicologica a parte ... Insomma, questa volta è stato il capo della sicurezza di Mango a marchiare Wallapop come mercato ufficiale dei prodotti rubati dai suoi negozi.

Che Wallapop sia uno dei principali mercati per i vestiti rubati in Spagna è un segreto di Pulcinella, e non è che l'applicazione manchi di misure di controllo e di sicurezza, è che semplicemente non le applicano in questi casi. Ad esempio, in Wallapop è severamente vietato condividere annunci pubblicitari che hanno come oggetto animali, vengono rapidamente eliminati, ma questo non è il caso di vestiti e oggetti senza giustificazione di alcuna origine. Oscar Molins, il direttore del controllo delle scorte di Mango ha dichiarato quanto segue:

'Prima, gli oggetti rubati dai negozi venivano venduti nei mercatini delle pulci. Adesso sono in vendita da Wallapop »

E non è l'unico mezzo, come indicato EconomistaDigital.es, l'Agenzia spagnola per i medicinali e i prodotti sanitari avverte anche di una crescita esponenziale nella vendita di medicinali di dubbia origine su questo tipo di piattaforme di seconda mano.

La risposta di Wallapop non si è fatta attendere, spiegando ai media spagnoli di aver sviluppato un algoritmo di rilevamento utilizzato dai venditori di oggetti rubati con l'intenzione di bloccarne la pubblicazione, sebbene tutto suoni troppo mistico per sembrare reale. Nel frattempo, Wallapop continua a mantenere un team di 20 persone incaricate di monitorare tutto ciò che accade nella sua applicazione.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Un commento, lascia il tuo

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.

  1.   Jose suddetto

    Penso che non sia colpa di Wallapop, ma piuttosto del capo della sicurezza di Mango, perché non credo che faccia bene il suo lavoro per fargliela guardare.