Rilevato un grave bug di sicurezza nelle CPU Intel

Intel

Senza dubbio sembra che Intel stia soffrendo di seri problemi nella sua produzione. All'immagine negativa offerta al mondo esterno dal fatto che sono letteralmente in ritardo in termini di sviluppo di processi di produzione molto più piccoli, un mondo in cui sembra che Samsung sia il vincitore, ora scopriamo che l'azienda americana sembra essere vittima di un grave problema di vulnerabilità Colpisce tutti i suoi processori prodotti nell'ultimo decennio.

Prima di continuare, evidenzia che, poiché è stato pubblicato su un supporto come Il registroapparentemente su Intel avrebbero già trovato una soluzione a questa grande vulnerabilità dei suoi processori, il che provocherebbe una grande perdita di prestazioni negli stessi e che sarebbe risolto con una patch software già sviluppata e che arriverà su Windows, macOS e Linux nei prossimi giorni.

processore

I processori Intel possono perdere dal 5% al ​​30% in termini di prestazioni

A quanto pare il problema è causato dall'esecuzione di software che, come previsto, non è stato divulgato dall'azienda. Ciò che questo programma ha fatto è stato che le prestazioni dei processori Intel hanno sofferto gocce che vanno dal 5% al ​​30%, cifra che può variare a seconda del modello di processore specifico e del sistema operativo in esecuzione su di esso.

Come soluzione di emergenza, vale la pena notare che gli ingegneri Intel hanno lavorato XNUMX ore su XNUMX per trovare una soluzione il prima possibile, notando che ad esempio Microsoft ha integrato questa patch in alcune delle versioni beta rilasciate di recente di Windows anche se la versione finale che raggiungerà il mondo intero non verrà rilasciata se non dopo pochi giorni. Da parte sua, le patch per il sistema operativo di Apple Sono pronti, anche se in questo caso non solo sarà sufficiente un aggiornamento del firmware del processore, ma dovrà essere aggiornato il sistema operativo stesso, quindi la vera soluzione richiederà ancora tempo per arrivare. In caso di Linux, ti dico che la soluzione è già disponibile per tutti.

processore posteriore

Il problema sta nella gestione che i processori Intel fanno della memoria

Entrando un po 'più nel dettaglio, a quanto pare l'errore che è stato rilevato nei processori Intel è strettamente correlato al la stessa gestione degli spazi di memoria utilizzata dal kernel del sistema operativo. A quanto pare e secondo lo studio svolto, esiste una vulnerabilità in questa gestione per mezzo della quale tutte le misure di sicurezza che proteggono i processi e gli indirizzi di memoria possono essere aggirati.

Come potresti pensare, questo potrebbe arrivare a produrre un grande rischio per la stabilità dell'intero sistema lasciando la porta aperta per avere accesso ad informazioni di grande valore come le password dei diversi servizi che possono essere installati sul tuo computer. La soluzione fornita da Intel è quella di separare la memoria utilizzata dal kernel del sistema operativo da quella utilizzata dal resto dei processi. Per questo si è ritenuto opportuno utilizzare una tecnica nota con il nome di Isolamento tabella pagine del kernel.

presa di corrente

L'uso di Isolamento tabella pagine del kernel può influire negativamente sulle prestazioni complessive di qualsiasi squadra

Perché Intel non utilizzava questa tecnica? Sebbene l'isolamento della tabella delle pagine del kernel sia noto da anni e all'epoca Intel ha sicuramente fatto molti test, alla fine si è deciso di non implementarlo nei suoi processori perché ha il suo Punto negativo poiché ogni volta che il processore deve passare damodalità kernel" e il "modalità utente»Ha bisogno di lavorare più a lungo consumando una maggiore quantità di risorse che influisce negativamente sulle prestazioni complessive del team stesso.

Al momento tutte queste informazioni non sono state confermate ufficialmente, anche se si prevede che sia la stessa Intel che le altre società coinvolte rilasceranno a brevissimo un comunicato ufficiale che spiegherà tutti gli aspetti legati a questa vulnerabilità. Finora, tuttavia, questa informazione è rimasta sotto un severo embargo dettato dal produttore del microprocessore.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.