Vivo APEX, un cellulare con fotocamera retrattile e tutto lo schermo

Telecamera retrattile Vivo APEX

L'azienda Vivo è stata la prima a dimostrare che era possibile avere un lettore di impronte digitali sotto lo schermo. Ciò è stato dimostrato all'ultimo CES 2018. E durante questo Mobile World Congress ci ha insegnato il Vivo APEX, un prototipo di smartphone che è tutto schermo e che, affinché il suo intero pannello frontale sia occupato dal pannello, devono esserci dei cambiamenti nella distribuzione dei suoi elementi.

Vivo APEX è un cellulare che Non ha ancora una data di mercato. Tuttavia, il MWC ha attirato l'attenzione del pubblico presente poiché è un terminal che introduce molti cambiamenti nel settore. Ad esempio: per sbloccare il terminale, l'utente avrà metà dello schermo per poter posizionare il dito e quindi essere in grado di usarlo. In altre parole, l'utente non dovrebbe più preoccuparsi di posizionare correttamente il dito nella posizione corrispondente.

D'altronde, come vi abbiamo detto, lo schermo è il protagonista principale del frontale: non ci sono cornici, né sensori, ecc. E poi la fotocamera? est Vivo APEX avrà una fotocamera retrattile in alto; vale a dire, funzionerebbe come se fosse un flash integrato nelle fotocamere. Quando hai bisogno di scattare una foto, questo sensore invade la scena. La sua risoluzione è di 8 megapixel. Cioè, con questa fotocamera retrattile, i ragazzi di Vivo dimostrano che non hai bisogno di nessun tipo di "Notch" o una soluzione simile per ottenere un cellulare con tutto lo schermo e senza frame. Nel frattempo, nella parte posteriore avremo la fotocamera principale che offre una distribuzione pari a quella presentata dall'iPhone X di Apple.

D'altra parte, Vivo ha dovuto anche trovare una soluzione per l'altoparlante mobile. E in questo caso ha fatto ricorso a un meccanismo in cui lo schermo vibra per poter sentire il nostro interlocutore. Secondo i ragazzi di La Verge, la qualità non è buona come in un cellulare convenzionale, ma è totalmente utilizzabile.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.