WIM e WIM Lite sono la nuova scommessa ad alta velocità di Wiko

Riesci a pensare a un posto migliore del circuito Jarama per mettere alla prova un nuovo dispositivo e la sua fotocamera a doppio sensore? La verità è che Wiko non poteva pensare a niente di meglio che citare un gruppo selezionato di media in quel luogo speciale, e darci l'opportunità di registrare immagini con la doppia fotocamera del Wiko WIM.

Abbiamo avuto un'esperienza molto ravvicinata con questo dispositivo che ci ha lasciato abbastanza sorpresi, ecco perché Vogliamo dirvi quale sarà il prezzo e ovviamente quali sono le caratteristiche del nuovo Wiko WIM. Quindi resta con noi e non perdere un singolo dettaglio.

I suoi punti di forza sono la fotocamera e il design

Siamo di fronte a un telefono con doppia fotocamera sviluppato da Qualcomm e DxO che ha un sistema di stabilizzazione video che ha dimostrato di difendersi abbastanza bene nel circuito di Jarama. La tua qualità di registrazione il video è 4K e ha sistema di stabilizzazione e Live Auto Zoom di Vidhance, ma non è tutto, ed è che tutta questa tecnologia è incorporata anche nella fotocamera frontale da 16 Mpx, a sua volta accompagnata da un altro flash.

Puoi mostrare le tue abilità fotografiche con il Modalità Sfocatura artistica, il modo in cui Wiko integra l'effetto "ritratto" o Bokeh in un dispositivo che non poteva mancare, senza dubbio. Incorpora anche il la modalità foto in bianco e nero puro poiché uno dei suoi sensori utilizza questa gamma di colori offrendo risultati di qualità comprovata, modalità professionale e un mondo di possibilità con filtri live, simili alle skin di Instagram o Facebook. Ovviamente niente di tutto questo avrebbe senso senza incorporare la funzione di salvataggio in formato RAW delle foto, quindi sarà alla portata anche dei professionisti.

A sua volta, ha una fotocamera frontale avanzata da 16 MP così i tuoi selfie hanno sempre la luce perfetta. Ha anche una modalità HDR automatica che regola l'illuminazione della fotocamera, accompagnata dal resto delle funzionalità del software come la fotocamera posteriore.

Per quanto riguarda il design, troviamo un dorso in plastica molto speciale, luminoso e confortevole al tatto come un Samsung Galaxy S di turno. D'altronde, i lati sono metallici e viene offerta una tonalità verde acquamarina che ci è piaciuto molto, ma avranno anche un'edizione oro che avremmo voluto vedere. Il design non è in discussione.

Sulla parte frontale troviamo il lettore di impronte digitali, un pulsante meccanico abbastanza comodo. Sebbene avremo i tre pulsanti sullo schermo, possiamo ignorarli se assegniamo le funzioni di quei pulsanti al pulsante frontale stesso, qualcosa che sembra più comodo e ci permette anche di sfruttare l'intero schermo, un successo sul parte di Wiko.

caratteristiche generali

Noi troveremo Memoria RA da 4 GBM accompagnato da un processore Snapdragon TM626 di Qualcomm che ci assicura potenza, prestazioni e autonomia. Ovviamente avremo 64 GB di memoria interna che sarà espandibile con memorie microSD (fino a 128 GB). Finalmente avremo connettività 4G e chip NFC per poter effettuare pagamenti mobili con questo fantastico dispositivo, tra le altre cose. Il pannello frontale avrà un vetro 2.5D e una dimensione di 5,5 pollici con risoluzione Full HD AMOLED che offre una densità di 401 ppi.

Il sistema operativo sarà Android 7.1 Torrone, cioè fino all'ultimo. In autonomia ci dà più che sufficiente 3.200 mAh con ricarica rapida Qualcomm, oltre a radio FM, GPS, porta jack da 3,5 mm e altoparlanti stereo. Come punto negativo, che useremo microUSB per la ricarica, ci aspettavamo USB-C.

WIM Lite è il fratello minore

Da parte sua, il fratellino avrà 3 GB di RAM t il processore Snapdragon TM435 di Qualcom. Per l'archiviazione avremo a disposizione 32 GB, e il resto delle funzionalità presenti nel Wiko WIM come lettore di impronte digitali (questa volta sul retro), fatta eccezione per la ricarica rapida, pur avendo non meno di 3.000 mAh.

Ha una Fotocamera principale da 13 MP con sensore Sony IMX258, a Apertura f / 2.0 e flash Dual Led

Abbiamo potuto testare entrambi i dispositivi nel più rigoroso dei diretti e la verità è che ci hanno regalato sensazioni fantastiche, siamo ansiosi di ricevere le prime unità di entrambi i dispositivi per raccontarvi bene come si difendono in un ambiente reale. Proprio lì abbiamo potuto effettuare prove fotografiche e di registrazione video e il risultato è stato fantastico, in questo modo Wiko vuole fare un piccolo salto nella fascia medio-alta, cosa che aveva già ottenuto in strada con il Wiko Ufeel Prime.

Prezzi e disponibilità

Entrambi i dispositivi arriveranno sul mercato il 15 luglio in colori piuttosto sorprendenti come l'oro e i rossi intensi. Da parte sua, Wiko WIM avrà un costo di 449 € dal suo lancio, mentre la versione Lite partirà da 229 €. Entrambi prezzi molto interessanti se prendiamo in considerazione tutto l'hardware che includono.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.